Mino Raiola è morto, anzi no: giallo sulle condizioni del re dei procuratori

Mino Raiola è morto, anzi no: giallo sulle condizioni del re dei procuratori REUTERS/Albert Gea
Mino Raiola è morto, anzi no: giallo sulle condizioni del re dei procuratori REUTERS/Albert Gea

Nelle ultime ore si sono rincorse voci sulla morte di Mino Raiola, l'agente di alcuni tra i migliori calciatori del mondo. La notizia è tuttavia stata smentita da Alberto Zangrillo, primario dell'Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione del San Raffaele di Milano, dove il re del calciomercato è ricoverato. "Sono indignato dalle telefonate di pseudo giornalisti che speculano sulla vita di un uomo che sta combattendo", ha detto Zangrillo.

Intanto sul profilo ufficiale di Raiola compare un messaggio: "Per la seconda volta in 4 mesi mi hanno dato per morto, sembra sia anche in grado di resuscitare”.

Lo scorso gennaio, il procuratore è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per problemi polmonari.

VIDEO - Chi è Mino Raiola?

Nato a Nocera Inferiore il 4 novembre del 1967, Mino Raiola è considerato uno dei procuratori più potenti del mondo del calcio, avendo seguito top player del pallone, da Ibrahimovic a Verratti, da Balotelli a Donnarumma.

A inizio carriera si affermò come procuratore in Olanda, dove si trasferì con la famiglia all'età di appena un anno. Dopo aver lavorato nella pizzeria di famiglia, la passione per il calcio lo portò, a 20 anni, a diventare responsabile del settore giovanile dell'Haarlem, per poi ricoprire la carica di direttore sportivo del club olandese.

Intraprese quindi la carriera di procuratore sportivo, inizialmente con le deleghe di alcuni calciatori olandesi quali Bergkamp e Jonk per allargare via via la sua sfera fino a diventare uno degli agenti più conosciuti e potenti del calcio globale.

Della sua scuderia fanno parte calciatori del calibro di Ibrahimovic, Donnarumma, Balotelli, Pogba, passando per Verratti, de Ligt, de Vrij e Haaland e tanti ancora, anche giovani talenti in giro per l'Europa.

Nel 2020 Forbes ha inserito Raiola al quarto posto al mondo tra i procuratori con un fatturato da 84,7 milioni di dollari avendo chiuso affari per 847,7 milioni di dollari.

LEGGI ANCHE: "Mino Raiola non è morto", parla il socio dell'agente

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli