Mirabelli svela: "Feci una multa di 100.000 euro a Bonucci"

L'ex dirigente del Milan racconta la decisione post espulsione contro il Genoa: "Doveva dare l'esempio agli altri giocatori".
L'ex dirigente del Milan racconta la decisione post espulsione contro il Genoa: "Doveva dare l'esempio agli altri giocatori".

Sembrano decenni fa, sembra un trasferimento quasi mai avvenuto. Invece Leonardo Bonucci al Milan è stato realtà per qualche mese, rossonero prima di tornare alla Juventus. A San Siro non andò come previsto, ritorno in bianconero tra i mugugni dei tifosi, affetto dei vecchi fans ripreso. Tutto nel passato.

Fa parte del passato milanista anche Massimiliano Mirabelli, ex uomo mercato del Milan che riuscì insieme a Fassone a portare Bonucci a Milano insieme ad altri giocatori come Andrè Silva e Calhanoglu, quest'ultimo ancora titolare dei rossoneri a differenza dei colleghi arrivati nell'estate del 2017.

A Telelombardia, Mirabelli è tornato a parlare di Milan e di Bonucci, svelando un retroscena riguardante l'attuale difensore della Juventus:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Quando fu espulso contro il Genoa gli feci 100.000 euro di multa perché desse l’esempio agli altri giocatori".

Nonostante Bonucci guadagnasse più di 7 mililioni annuali, una multa del genere fu comunque pesante, visto e considerando le ammende di solito decisamente più basse comminate dalle società sportive ai propri tesserati.

Mirabelli ha evidenziato che con il giocatore viterbese ci fosse un rapporto particolare:

"Io l’ho trattato in modo diverso dagli altri giocatori".

Una stagione non al top per Bonucci con la maglia del Milan, con la gomitata del match contro il Genoa a peggiorare la situazione: per tale rosso, infatti, fu costretto a saltare la sfida di ritorno contro la sua Juventus, dopo il goal del momentaneo pareggio segnato allo Stadium.

Potrebbe interessarti anche...