Modugno, si chiude il giallo sul quarto figlio

Yahoo Notizie
LAPRESSE
LAPRESSE


Si è chiusa la battaglia legale che ha visto Fabio Camilli impegnato per anni nel farsi riconoscere come figlio legittimo di Domenico Modugno. Finalmente è arrivata la sentenza: la I sezione civile della Corte Suprema di Cassazione ha riconosciuto Camilli figlio legittimo del Mimmo nazionale. Dopo 18 anni di battaglie legali, il 57enne attore romano viene così riconosciuto all'anagrafe civile come quarto figlio di Modugno, oltre ai tre nati dal matrimonio con Franca Gandolfi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

La notizia arriva a pochi giorni dal venticinquesimo anniversario della morte del grande cautautore, morto a Lampedusa nell'agosto 1994.

La stessa Corte di Cassazione, nel 2015, aveva riconosciuto il disconoscimento della parternità da parte di quello che si pensava essere il genitore biologico di Camilli, Romano Camilli.

LEGGI ANCHE: curiosità su Domenico Modugno

"Ho dovuto fare una battaglia per poter affermare chi era mio padre. È stato un viaggio faticoso ed estenuante", ha dichiarato all'ANSA Fabio Modugno ringraziando in primis "il mio amico e avvocato Gianfranco Dosi". "Il procedimento di riconoscimento di paternità della durata media di 4-5 anni - ha aggiunto - si è trasformato per me in un percorso a "ostacoli" lungo (e credo sia un record) 18 anni. Comunque ce l'ho fatta, è finita. Sono molte le persone che dovrò ringraziare per essermi state vicine in questi anni".

LEGGI ANCHE: Domenico Modugno: le canzoni più famose e la famiglia

Camilli nacque da una relazione extraconiugale tra il cantautore di "Nel blu dipinto di blu" e la ballerina, coreografa e regista triestina Maurizia Calì, la "bellissima Kalì" di Pasqualino Maragià, uno dei numerosi successi di Modugno. Camilli ha studiato presso l'Accademia nazionale d'arte drammatica e ha lavorato in teatro prima di approdare al cinema e a film per la televisione.

Potrebbe interessarti anche...