Moggi 'boccia' la Juve: "Non è da scudetto, Champions a rischio"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Juve bocciata, Inter in pole position per lo scudetto. Sono i voti che Luciano Moggi assegna dopo il calciomercato. "La squadra che esce meglio da questo mercato è indiscutibilmente l'Inter. Marotta e Ausilio hanno operato molto bene. A mio avviso è la squadra più forte. Anche l'Atalanta, al solito ha fatto le cose giuste vendendo bene, comprando giocatori molto interessanti", dice all'Adnkronos l'ex direttore generale della Juventus.

"Tra le cosiddette sette sorelle chi esce indebolita è senza dubbio la Juventus -sottolinea l'ex re del mercato-. Ha perso Ronaldo che garantiva un gol a partita e non ha risolto i problemi a centrocampo nonostante l'arrivo di Locatelli. La società bianconera ha giustamente scelto di ricostruire partendo dai giovani e riducendo il monte ingaggi ma non può competere per lo scudetto e la vedo dura per la qualificazione in Champions".

"Vedo bene le romane che hanno operato in modo corretto. La Lazio ha preso giocatori adatti al calcio di Sarri e Zaccagni può essere l'uomo in più, tra l'altro preso a un prezzo buono. La Roma di Mourinho ha le idee chiare e con Abraham ha preso un bell'attaccante. Il Napoli ha una squadra titolare forte, la panchina è un po' corta ma sarà competitiva così come il Milan. La sorpresa? Credo la Fiorentina, Italiano è un grande allenatore e Nico Gonazalez è proprio forte", conclude Moggi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli