A Monaco comanda Tchouameni: la segnalazione di Moncada a Leonardo e 15 milioni di rimpianti

Andrea Distaso
·2 minuto per la lettura

Il mercato francese è diventato un territorio di caccia sempre più ambito da parte dei direttori sportivi di mezza Europa, attratti dalla prospettiva di mettere le mani su calciatori dal grande potenziale fisico e tecnico a prezzi più contenuti che altrove, se si ha l'intenzione giusta. Grazie alla propria rinnovata area scouting e a professionisti come Ivan Moncada e Frederic Massara, anche il Milan ha iniziato a coltivare un interesse sempre più forte per i migliori talenti di Ligue 1 e Ligue 2. E fra questi non può non essere annoverato Aurelien Tchouameni, trascinatore del sempre più convincente Monaco di Niko Kovac e una delle tante stelle della Francia Under 21 che prenderà parte al prossimo Europeo di categoria.

15 MILIONI DI RIMPIANTI - Le principali squadre italiane, rossoneri compresi, non se la sentirono due anni fa di investire 15 milioni di euro per un 2000 che in un Bordeaux tutt'altro che irresistibile aveva cominciato ad affacciarsi in prima squadra mostrando qualità fuori dalla norma. Forza fisica spaventosa abbinata alla capacità di dirigere il gioco con grande personalità e spiccato senso tattico: un centrocampista moderno, di quelli che sanno fare tutto e lo fanno con grande efficacia. Prevalentemenente mediano ma con visione di gioco e capacità di inserito da mezz'ala, considerato nel suo Paese il naturale erede, anche in nazionale, di Kanté. Il ds dell'Inter ci ha fatto più di un pensiero nel gennaio 2019, Moncada lo segnalò all'allora ds del Milan Leonardo, ma ad entrambi mancò quel coraggio che ha dimostrato al contrario il Monaco, che già oggi intravede l'ennesima grande plusvalenza della sua recente gestione.

AL TOP IN EUROPA - La sua ultima prestazione contro il Saint-Etienne è stata letteralmente dominante (un gol, un assist, due passaggi chiave effettuati, sei contrasti vinti e due palloni intercettati), in linea con quella fornita una settimana prima contro un avversario decisamente più consistente come il Lille e in una stagione nella quale la sua maturazione tattica è stata completata dall'ottimo lavoro svolto da Kovac nel Principato. Dall'inizio del 2021 poi Tchouameni è letteralmente esploso, visto che nessuno contrasta e recupera come lui nei 5 principali campionati europei - 27 contrasti vinti e 11 intercetti - conservando però quelle qualità da "8" che lo portano a calciare in media 1.4 volte verso la porta avversaria e a preferire la giocata in verticale al classico scarico in orizzontale per il compagno più vicino. Un gregario con l'intelligenza del giocatore superiore, destinato a diventare già da giugno un uomo mercato da non meno di 35-40 milioni di euro.

Scopri di più su Pokerstarsnews.it