Monaco-Juventus è anche la partita di Glik: che derby per l'ex Torino

Kamil Glik dà priorità al campionato e non dispera per il ko del Monaco con la Juventus: "Siamo già orgogliosi di quanto fatto in Champions".

Kamil Glik il derby della Mole lo ha assaporato difendendo, con orgoglio e dedizione, la fascia di capitano del Torino. Cinque stagioni in granata, beniamino della tifoseria, approdato in estate alla corte del Monaco per circa 11 milioni. Le cose nel Principato procedono nel migliore dei modi: 48 presenze e 8 goal, impatto notevole nei meccanismi applicati dal tecnico dei biancorossi, Leonardo Jardim.

Il 29enne centrale polacco, entrato nel calcio che conta passando dall'Italia, ha la possibilità di togliersi qualche sassolino dalla scarpa dopo una serie di sconfitte rimediate nella stracittadina sabauda. E, per l'appunto, con un post su Facebook - dopo l'urna di Nyon - ha già fatto intendere di tenere particolarmente all'appuntamento, auto-definendosi "su di giri".

Messaggio certamente non passato inosservato e che, di riflesso, ha aumentato l'intensità dell'imminente incontro. Glik, punto di riferimento del pacchetto difensivo del Monaco, ha voglia di regalarsi una grande serata europea e, parallelamente, far godere a distanza i suoi ex tifosi. Il rapporto con la società granata è rimasto ottimo, stima totale con il patron Urbano Cairo e legame stretto con il tifo organizzato.

L'ex giocatore, tra le altre squadre, di Palermo e Bari, si ricorda nella storia dei derby per un episodio negativo: dicembre 2012, entrataccia su Emanuele Giaccherini, rosso diretto e vittoria della Juventus per 3-0. Fatto che, probabilmente, è rimasto vivo nella mente di Glik, il quale il "su di giri" lo ha associato proprio all'immagine del fallaccio commesso sull'attuale tuttofare del Napoli. Insomma, acqua passata. Ma fino ad un certo punto.

Glik, proponendo come da consuetudine un gioco maschio, se la dovrà vedere principalmente con Gonzalo Higuain, terminale-principe dell'attacco bianconero. E, anche in questo caso, le sfide in Serie A si sono rivelate piuttosto sentite. Curiosità. Il passaggio di Glik dal Toro al Monaco è stato sponsorizzato in prima persona da Jardim.

L'allenatore portoghese, infatti, è un profondo conoscitore dell'élite italiana e, dopo un'accurata fase di studio, ha deciso di esporsi in favore della fumata bianca: accontentato prontamente dai suoi dirigenti.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità