Mondiali Qatar 2022, cerimonia d'apertura: si alza il sipario - Lo speciale

(Adnkronos) - Mondiali 2022 al via, si alza il sipario in Qatar con la cerimonia d'apertura della Coppa del Mondo. Lo show è iniziato alle 17.40 locali allo stadio di Al Khor, a 50 km da Doha, l'Al Beyt ed è durato circa 40 minuti prima di lasciare spazio al match inaugurale tra Qatar e Ecuador.

Lo show, come spiega la Fifa, è un messaggio per incoraggiare "il dialogo sull'inclusione e la diversità". "Il tema della cerimonia di apertura è un invito a tutta l'umanità, per colmare le distanze attraverso il rispetto e l'inclusione. Il calcio ci permette di unirci come un'unica tribù e la terra è la tenda in cui viviamo tutti", il messaggio della federcalcio internazionale.

Mondiali Qatar 2022, lo speciale

Lo show si è aperto con la voce narrante dell'attore americano Morgan Freeman a rappresentare il mondo occidentale: "Quello che ci unisce è più grande di quello che ci divide". Particolarmente significativo l'incontro con Ghanim al Muftah, uno youtuber qatariota colpito da una sindrome definita 'caudal regression'. "C'è un filo conduttore di speranza, giubilo e rispetto", ha voluto evidenziare Freeman durante il breve dialogo. Quindi, spazio ai giochi di luce, alle coreografie e alla musica. Sono entrati in scena gli sbandieratori del Palio di Niballo, la rievocazione storica caratteristica della città di Faenza, con le bandiere di tutte le 32 squadre partecipanti. Quindi, l'omaggio alle edizioni precedenti della Coppa del Mondo con le mascotte 'storiche' a fare da prologo all'ingresso di La'eeb.

Alla cerimonia hanno preso parte tra gli altri la star del k-pop Jung Kook della band sudcoreana BTS e il cantante del Qatar Fahad Al-Kubaisi. Si sono esibiti sulle note di "Dreamers", che fa parte della colonna sonora ufficiale della Coppa del Mondo. Diversi artisti si sono rifiutati di partecipare alla cerimonia di apertura della Coppa del Mondo a causa delle critiche rivolte al Qatar in relazione alla gestione dei diritti umani nel paese, alla morte di migliaia di lavoratori migranti nei cantieri mondiali e al trattamento riservato alla comunità LGBTQ. Quindi, la chiusura dell'evento con il messaggio dell'emiro Al-Thani: ""E' bello che i popoli mettano da parte ciò che divide e celebrino le loro diversità e al tempo stesso ciò che li unisce".

La pop star Dua Lipa ha detto la scorsa settimana che non avrebbe preso parte all'evento e che non vede l'ora di "visitare il Qatar quando il paese avrà rispettato tutti gli impegni sui diritti umani presi quando ha vinto il diritto di ospitare la Coppa del Mondo". Anche il cantante britannico Rod Stewart era un altro candidato a salire sul palco, ma recentemente ha detto di aver rifiutato "un'enorme quantità di denaro" perché "non credo sia giusto andare in un paese con quelle idee e quei valori". Anche Shakira, che ha eseguito la canzone ufficiale della Coppa del Mondo nel 2010, ha rifiutato di partecipare alla cerimonia di apertura.