Mondiali, Fabio Aru ci sta pensando

·1 minuto per la lettura

Fabio Aru è tornato a parlare dopo il ritorno in sella. Il cross ha restituito il sorriso a Fabio Aru, come confermato dal diretto interessato a Tuttobiciweb: "Avevo bisogno di ricominciare dalle cose più semplici e familiari. Era da un po’ che ci pensavo, e questa cosa di tornare al cross mi frullava per la testa già da un anno, ma questa volta l’ho messa in pratica e di questo non posso che esserne felice e ringraziare Mauro Gianetti e Matxin Joxean Fernandez, i mei due dirigenti alla Uae Emirates che mi hanno messo nelle condizioni di poterlo fare e lo stesso devo dire della Qhubeka Assos, la formazione per la quale correrò quest’anno“. E non è finita qui: la strada per ora può aspettare. "Spero di fare ancora qualche corsa, perché non avete idea di quanto mi stia divertendo. Sono felice di correre, con la testa libera e il cuore leggero. Sono tornato in un ambiente che considero la mia famiglia. Dopo anni ho ritrovato tanti amici, da Fausto Scotti, con il quale ho un rapporto bellissimo, alla famiglia Guerciotti. Mondiali? Ho letto di questa cosa, ma col CT non ne ho ancora parlato. Vediamo, è chiaramente suggestiva, ma ne devo anche parlare con la mia nuova squadra", ha concluso Aru.