Mondiali Qatar 2022, record di 27 minuti di recupero per Inghilterra-Iran: cosa è successo?

minuti di recupero qatar
minuti di recupero qatar

Record di 27 minuti di recupero per Inghilterra-Iran nella seconda giornata dei Mondiali di Calcio del Qatar 2022. Situazioni analoghe si sono verificate anche durante le altre partite disputate. Cosa è successo?

Mondiali Qatar 2022, record di 27 minuti di recupero per Inghilterra-Iran: cosa è successo?

Ha riservato ai telespettatori più di un colpo di scena la seconda giornata dei Mondiali del Qatar 2022 che si è dipanata tra proteste, gol e infiniti minuti di recupero. Dopo la cerimonia di apertura e il match inaugurale tra Qatar ed Ecuador disputato domenica 20 novembre, sono state giocate tre partite che hanno portato a conclusione i primi turni dei Gironi A e B. A destare maggiore stupore tra le gare di martedì 22 novembre, è stato l’appuntamento che ha visto protagoniste l’Inghilterra di Harry Kane e l’Iran che si è conclusa con un punteggio di 6-2. La particolarità dell’incontro, tuttavia, non riguarda il risultato bensì il record registrato in fatto di minuti di recupero.

Inghilterra-Iran, infatti, ha avuto una durata totale di 117 minuti ossia quasi come se fosse stato disputato un tempo supplementare aggiuntivo. Nel primo tempo, sono stati riconosciuti 14 minuti di recupero a causa dell’infortunio del portiere iraniano Beiranvand mentre 13 sono stati i minuti nella ripresa.

Le altre partite

Inghilterra-Iran, tuttavia, non è stata l’unica partita della seconda giornata dei Mondiali del Qatar 2022 a far registrare tempi di recupero record. Anche in occasione della gara tra Olanda e Senegal, ad esempio, sono stati riconosciuti 10 minuti di recupero nel secondo tempo. Il tempo extra ha consentito all’Olanda di arrotondare il suo punteggio.

Il match Usa-Galles, invece, si è protratto per 9 minuti e si è concluso con un pareggio di 1-1. Nel corso della partita, il giovane Timothy Weah è riuscito a segnare un gol realizzando il sogno del padre George che non ha avuto l’opportunità di giocare a un Mondiale.