Mondiali Quatar 2022, Morgan Freeman alla cerimonia d’apertura

mondiali qatar 2022
mondiali qatar 2022

Al via i Mondiali di Calcio 2022 in Qatar: alla cerimonia d’apertura, si è presentato a sorpresa l’attore americano Morgan Freeman. Il cantante sudcoreano e frontman della band BTS, Jung Kook, invece, ha dominato la scena cantando l’inno dell’evento.

Mondiali Quatar 2022, Morgan Freeman alla cerimonia d’apertura

È cominciata alle 15:30 circa ora italiana la cerimonia di inaugurazione dei Mondiali di Calcio in Qatar. Voce narrante dell’evento è stato l’attore americano Morgan Freeman.

La presenza dell’artista alla cerimonia di apertura di Qatar 2022 allo stadio Al Bayt, che ha rappresentato una sorpresa per gli spettatori, è stata accolta con un grande applauso. In occasione del suo intervento, Freeman ha brevemente dialogato con un giovanissimo youtuber qatariano, Ghanim al Muftah, affetto dalla sindrome “cautal regression”. “C’è un filo conduttore di speranza, giubilo e rispetto”, ha dichiarato la star americana durante il suo confronto con il ragazzo.

Conclusa la parentesi di Morgan Freeman, allo stadio Al Bayt sono stati messi in scena i canti e le coreografie realizzate dall’italiano Marco Balich. Subito dopo, hanno fatto la loro apparizione sul palco gli sbandieratori della Federazione italiana con le bandiere delle 32 squadre partecipanti. Ognuna di esse è stata accompagnata con un canto o un coro specifico.

Il discorso dell’emiro

I Mondiali 2022 sono stati inaugurati con il discorso dell’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al Thani che ha dichiarato: “Diamo il benvenuto alla Coppa del mondo. Abbiamo lavorato in tanti e duramente per allestire un torneo di successo, abbiamo profuso tutti i nostri sforzi per il bene dell’umanità. Finalmente il giorno che tutti aspettavamo è arrivato – e ha aggiunto –. Seguiremo il grande spettacolo del calcio – ha aggiunto – è bello che i popoli mettano da parte ciò che li divide e mettano insieme ciò che li unisce. Che siamo giorni che possano ispirare bontà è speranza. Benvenuti e buona fortuna a tutti”.

Jung Kook ruba la scena ai Mondiali 2022 in Quatar

Il palco è poi stato ceduto al cantante Jung Kook, solista della band sudcoreana BTS, e all’artista qatariano Fahad Al Kubaisi che hanno intonato insieme l’inno di Qatar 2022. L’inno si intitola La’eeb: la parola indica il termine “giocatore” in arabo.

Durante la sua esibizione, il cantante sudcoreano ha conquistato la scena imponendosi come il grande protagonista della cerimonia d’apertura dei Mondiali 2022.

Il capo ufficio stampa della Fifa fa coming out in Qatar

Poco prima dell’inizio della cerimonia d’apertura, al termine della conferenza stampa tenuta dal presidente Gianni Infantino, il capo ufficio stampa della Fifa Bryan Swanson ha deciso di fare coming out in Qatar, Paese in cui l’omosessualità è bollata come un crimine. “Sono qui in Qatar e sono gay”, ha detto Swanson, dopo aver preso la parola per difendere Infantino, a suo parere vittima di “critiche provenienti in particolare dalla comunità LGBTQ+”.

“Vorrei dire qualcosa approfittando di questa occasione. Sono qui in Qatar in una posizione privilegiata, di fronte a tutto il mondo, come uomo gay”, ha detto. Ed ha aggiunto di credere alle rassicurazioni di Doha secondo cui tutti i visitatori, indipendentemente dall’orientamento sessuale, saranno “i benvenuti“, ha dichiarato il 42enne Swanson, originario di Edimburgo, ex reporter di Sky Sport e attualmente a capo delle relazioni con i media dal 2021. “Ho riflettuto a lungo se condividere o meno il mio orientamento sessuale. Alla Fifa ci prendiamo cura di tutti. Siamo un’organizzazione inclusiva. Ho diversi colleghi gay. Sono pienamente consapevole del dibattito e rispetto pienamente il diritto degli altri a pensarla diversamente. Capisco. Ma so anche per cosa stiamo combattendo”, ha concluso.