Montella spazza via le voci di addio: "Il mio sogno è restare al Milan"

Archiviata senza troppa fatica la pratica Palermo, per il Milan inizia una settimana molto importante. Sabato prossimo infatti, la compagine meneghina affronterà a San Siro nel derby quell’Inter che ha superato in classifica proprio nell’ultimo turno di campionato.

Vincenzo Montella, all’indomani del 4-0 rifilato ai rosanero, ha risposto alle domande dei tifosi rossoneri attraverso Milan Tv. Il tecnico della squadra meneghina, ha voluto riservare un pensiero anche a Giuseppe Rossi, giocatore che ha avuto con se ai tempi della Fiorentina e che nelle scorse ore è incappato nell’ennesimo brutto infortunio di carriera: “L’ho sentito, è un ragazzo straordinario che vive per il calcio, sono molto dispiaciuto per lui. E’ sereno e sono convinto che tornerà forte come prima, è un ragazzo molto sfortunato”.

Montella è già focalizzato sul derby: “L’Inter? Ho pensieri positivi, una volta a Firenze la battemmo 4-0. La vittoria in casa nerazzurra manca da sette anni? Non importa giocare in casa o in trasferta, noi vogliamo vincere. Sarebbe importante per la classifica, vorrebbe dire fare un grande passo in avanti”.

Da qualche giorno si sono intensificate le voci che vogliono un possibile addio di Montella al Milan a fine stagione: “Ogni allenatore sogna di poter creare una base che gli consenta di trovare continuità e questa è ovviamente anche la mia volontà. Sono al Milan e sento un senso di appartenenza, non voglio fermarmi, sogno di far crescere ancora questa squadra”.

Vincenzo Montella Bologna Milan Serie A

Il Milan è in corsa per una qualificazione europea: “Non so quanti punti serviranno, so che quest’anno si sta viaggiando a grande velocità e credo che raggiungere quota 70 sarebbe un bel traguardo. Ho capito subito che serviva una media molto alta in questa stagione perché le compagini di fondo classifica stanno racimolando poco. Noi ci siamo, dobbiamo andare avanti così”.

I rossoneri si presenteranno al derby freschi di sorpasso ai danni dei cugini dell’Inter: “Meglio arrivare così al derby che stando dietro, sappiamo però che loro sono forti e che dovremo dare il massimo. Nei prossimi giorni non guarderemo la classifica, ci isoleremo da tutto”.

Tra i giocatori che hanno consentito al Milan di cambiare marcia, anche Suso: “Vive per il calcio e quindi ha sofferto nel periodo dell’infortunio. Ieri si è meritato tutti gli applausi, ha fornito un’ottima prestazione e sono contento per lui”.

Al Milan sta per chiudersi l’era Berlusconi: “Io ho rapporti soprattutto con Maiorino e Galliani, visto che ci vediamo ogni giorno. Conoscere Galliani ha rappresentato per me un motivo di crescita, ho capito perché ha vinto tanto in carriera. Mi spiace invece non essere riuscito a conoscere appieno Berlusconi, ha sempre così tanti impegni. Mi ha però telefonato spesso e sento che c’è stima”.

Altro giocatore rossonero che sta facendo benissimo è Deulofeu, la speranza del Milan è quella di riconfermarlo per la prossima stagione: “Quando costruisci una squadra devi fare tante valutazioni. Bisogna conoscere il mercato, le possibilità economiche, il budget che si ha a disposizione. Non ne possiamo parlare adesso”.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità