Moratti predica calma: "Scudetto in pugno per l'Inter? Meglio non dire nulla, scaramanzia d'obbligo nel calcio"

Niccolò Mariotto

Massimo Moratti, ex presidente e patron dell'Inter, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss nel corso della quale ha parlato proprio della formazione nerazzurra e delle possibilità di vincere lo Scudetto per la squadra di Antonio Conte.

Massimo Moratti | Rosdiana Ciaravolo/Getty Images
Massimo Moratti | Rosdiana Ciaravolo/Getty Images

"La vittoria del Napoli sul Milan ha fatto sì che l'Inter abbia acquisito un buon vantaggio sui rossoneri. Il Napoli ha meritato la vittoria rientrando a pieno merito nella corsa per la Champions League. Scudetto vicino? Meglio non dire nulla, la scaramanzia è d'obbligo nel calcio. Ma credo che l'Inter possa amministrare il vantaggio. La Juventus ha una gara in meno ma ce l'ha con il Napoli", queste le dichiarazioni rilasciate da Moratti.

L'ex numero uno dell'Inter ha poi concluso parlando del suo passato da presidente: "L'allenatore che porto nel cuore è Mourinho, il più vittorioso. Ma anche Mancini e Gigi Simoni. Una trattativa sfumata con il Napoli? Mi piaceva Hamsik! Telefonai a De Laurentiis, mi disse che non lo avrebbe venduto. Errore nostro non prenderlo quando lo slovacco era al Brescia. Anche Lavezzi era un gran bel calciatore".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.