Moratti sul rigore in Inter-Juve: 'Nuova Calciopoli? Non siamo a quei livelli. Ma anche col Var decide una persona...'

·1 minuto per la lettura

Non si tira indietro Massimo Moratti. Stuzzicato sull'arbitraggio dell'ultimo Inter-Juventus, con il rigore concesso nel finale ai bianconeri, l'ex presidente dell'Inter ha detto a Radio Kiss Kiss Napoli: "Nuova Calciopoli? No, quello era un sistema ben articolato e pensato. Non siamo a quei livelli. Però devo dire che anche con il Var, decide sempre una persona. Quindi questo mi fa pensare che se ci fosse stata la tecnologia in campo durante la partita dello scontro Iuliano-Ronaldo, nemmeno ci avrebbero concesso il rigore".

SUL DUELLO SCUDETTO - "Napoli-Milan? Beh, io ho il Napoli nel cuore. Penso che non se la prenda nessuno se dico che spero vincano gli azzurri lo scudetto. Aurelio De Laurentiis non ha bisogno dei miei consigli, quest'anno ha costruito una squadra molto bella e piacevole da vedere. Sono completi in tutti i reparti. Se lo chiamassi per prendere Osimhen? Beh, parliamoci chiaro, questo sarebbe il momento sbagliato per chiedergli questo calciatore (ride, ndr)".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli