Morte Fabio Ridolfi, il videomessaggio di Lorenzo Pellegrini prima della sedazione profonda

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
Lorenzo Pellegrini Fabio Ridolfi
Lorenzo Pellegrini Fabio Ridolfi

Il centrocampista e capitano della Roma Lorenzo Pellegrini ha girato un videomessaggio per dare l’ultimo saluto a Fabio Ridolfi, morto dopo l’avvio della sedazione profonda che lo ha accompagnato al decesso; il suo ultimo desiderio era infatti quello di incontrare il calciatore che, impegnato nella partita contro l’Inghilterra per la Nations League, è riuscito a realizzare in parte la sua richiesta.

Fabio Ridolfi, il messaggio di Lorenzo Pellegrini

L’uomo aveva espresso la sua ultima volontà utilizzando il puntatore oculare e il sintetizzatore oculare e, in breve tempo, è iniziata una mobilitazione generale per accontentarlo che ha raggiunto lo stesso Pellegrini. Non potendo essere presente per salutare Fabio a causa del suo impegno in Inghilterra ma volenteroso di esaudire comunque il suo desiderio, gli ha così inviato un videomessaggio.

Ciao Fabio, ho sentito parlare di te e ho sentito parlare del tuo desiderio. Sono in nazionale e non riuscirò a passare di persona, ma ci tenevo tanto a fare questo video per mandarti un grande saluto. Eccomi qua ti mando un saluto grande, un abbraccio e un bacio. Ciao!“. Queste le parole pronunciate nel video che è stato mostrato a Fabio, visibilmente emozionato, prima che venisse sedato.

I ringraziamenti del fratello di Fabio

Il fratello Andrea Ridolfi ci ha tenuto a ringraziare Lorenzo a nome di tutta la famiglia per aver fatto questo enorme regalo a Fabio. “Come gli ho detto poco tempo fa: te ne vai da campione d’Europa e questa coppa lo rende ancora più orgoglioso di tifare Roma. Grazie di cuore“, ha proseguito.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli