Morto Mino Raiola, l'annuncio ufficiale della famiglia

players agent Mino Raiola during the 2018 FIFA World Cup Russia group F match between Germany and Mexico at the Luzhniki Stadium on June 17, 2018 in Moscow, Russia(Photo by VI Images via Getty Images)
players agent Mino Raiola during the 2018 FIFA World Cup Russia group F match between Germany and Mexico at the Luzhniki Stadium on June 17, 2018 in Moscow, Russia(Photo by VI Images via Getty Images)

Mino Raiola non ce l'ha fatta ed è morto oggi a Milano. A darne l'annuncio ufficiale è stata la famiglia con un post su Twitter: "Con infinito dolore annunciamo la scomparsa di Mino, il più straordinario procuratore di sempre".

SFOGLIA ANCHE: Mino Raiola, re degli agenti: ecco i calciatori più famosi che ha scoperto - FOTO

Dopo le polemiche dei giorni scorsi per la notizia della dipartita del 54enne, poi smentita, arriva adesso l’ufficialità. Il procuratore tra i più ricchi e noti di tutto il mondo (rappresentava alcuni dei calciatori più famosi, tra cui Ibrahimovic, Haaland, Pogba, Donnarumma e Balotelli) lottava in gravi condizioni all'ospedale San Raffaele dove era stato operato d'urgenza nel mese di gennaio.

LEGGI ANCHE: Mino Raiola è morto, anzi no: giallo sulle condizioni del re dei procuratori

LEGGI ANCHE: Mino Raiola operato d'urgenza al San Raffaele di Milano

"Mino ha lottato fino all'ultimo istante – si legge su Twitter - con tutte le sue forze proprio come faceva per difendere i calciatori. Ancora una volta ci ha resi orgogliosi di lui, senza nemmeno rendersene conto. Mino è stato parte delle vite di tanti calciatori e ha scritto un capitolo indelebile della storia del calcio moderno. Ci mancherà per sempre e il suo progetto di rendere il mondo del calcio un posto migliore per i calciatori sarà portato avanti con la stessa passione. Ringraziamo di cuore coloro che gli sono stati vicini e chiediamo a tutti di rispettare la privacy di familiari e amici in questo momento di grande dolore".

GUARDA ANCHE: Chi è Mino Raiola?

Nato a Nocera Inferiore il 4 novembre del 1967, Mino Raiola è considerato uno dei procuratori più potenti del mondo del calcio, avendo seguito top player del pallone, da Ibrahimovic a Verratti, da Balotelli a Donnarumma.

A inizio carriera si affermò come procuratore in Olanda, dove si trasferì con la famiglia all'età di appena un anno. Dopo aver lavorato nella pizzeria di famiglia, la passione per il calcio lo portò, a 20 anni, a diventare responsabile del settore giovanile dell'Haarlem, per poi ricoprire la carica di direttore sportivo del club olandese.

Intraprese quindi la carriera di procuratore sportivo, inizialmente con le deleghe di alcuni calciatori olandesi quali Bergkamp e Jonk per allargare via via la sua sfera fino a diventare uno degli agenti più conosciuti e potenti del calcio globale.

Della sua scuderia fanno parte calciatori del calibro di Ibrahimovic, Donnarumma, Balotelli, Pogba, passando per Verratti, de Ligt, de Vrij e Haaland e tanti ancora, anche giovani talenti in giro per l'Europa.

Nel 2020 Forbes ha inserito Raiola al quarto posto al mondo tra i procuratori con un fatturato da 84,7 milioni di dollari avendo chiuso affari per 847,7 milioni di dollari.

GUARDA ANCHE: Marotta su Raiola: "Amici da 40 anni. Con Pogba fece una magia"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli