Morto un pugile per i danni al cervello provocati dal ring

morto simiso buthelezi
morto simiso buthelezi

È morto il pugile sudafricano Simiso Buthelezi: nel suo ultimo incontro aveva iniziato a dare pugni all’aria cercando un nemico invisibile.

Morto il pugile sudafricano Simiso Buthelezi

Simiso Buthelezi non ce l’ha fatta: il pugile sudafricano è morto pochi giorni dopo aver disputato il suo ultimo incontro, valido per la World Boxing Federation All Africa Lightweight, a Durban.

Durante il match, poi interrotto, il pugile aveva mostrato di essere in condizioni neurologiche pesantemente compromesse. Ad un certo punto addirittura, si è girato verso un altro angolo del ring rispetto a quello dove era posizionato il suo avversario e ha iniziato a dare pugni a vuoto, come se cercasse un avversario immaginario.

Il match interrotto e il ricovero d’urgenza

Durante il match, l’intervento dell’arbitro è stato tempestivo: aveva capito subito che stava succedendo qualcosa e che non era per nulla normale il comportamento del pugile. Per questo ha interrotto immediatamente l’incontro, consentendo le cure a Buthelezi.

Da lì è stato condotto d’urgenza in ospedale, dopo essere stato portato via in barella. Una volta visitato, le prime analisi hanno evidenziato un’emorragia al cervello che ha reso necessario lo spostamento in terapia intensiva, in coma indotto. Oggi, purtroppo, è arrivato il decesso che ha lasciato senza parole il mondo dello sport. A darne la conferma è stata proprio la Federazione Boxing South Africa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli