MotoGP, Rossi è ancora positivo: Yamaha lo sostituisce

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Valentino Rossi non è ancora guarito dal coronavirus. Risultato positivo lo scorso 15 ottobre, il “Dottore” non ha ancora smaltito il virus e potrebbe dunque essere costretto a saltare il terzo GP di fila.

Dopo aver dato forfait per la doppia ad Aragon, per il pilota Yamaha si prospetta l’ennesima assenza anche a Valencia dove la MotoGP farà tappa per due settimane in vista delle ultime gare del Motomondiale. Col risultato positivo all’ultimo tampone di controllo del 3 novembre ed ulteriori da svolgere nelle prossime ore, la scuderia giapponese è corsa ai ripari prendendo la decisione di pre-allertare un pilota per sostituire il pesarese. Ma la sella della M1 non è destinata al pilota che tutti si aspettavano.

VIDEO - Chi è Valentino Rossi

Non sarà un ritorno in pista per Jorge Lorenzo, più volte affiancato come indiziato numero uno per far fronte all’assenza di Rossi, il possibile sostituto sarà il 25enne Garrett Gerloff.

Pilota americano che in questa stagione ha corso con Yamaha in Superbike chiudendo 11° nel Mondiale, Gerloff sarà chiamato con molta probabilità a fare le veci del “Dottore” nel GP d’Europa di questo fine settimana con la speranza di rivedere VR46 in sella, e dunque guarito dal Covid, in vista del GP della Comunità Valenciana della prossima settimana. Tutto starà all’esito degli ultimi due tamponi che Rossi farà nelle prossime ore, nel caso in cui fossero negativi il “Dottore” potrà tornare a correre.