MotoGP: la gara del Qatar si recupera su un altro circuito?

Oriol Puigdemont
motorsport.com

Sono giornate molto intense negli uffici della Dorna, promoter del Mondiale MotoGP, che deve fare i conti con le continue modifiche alle restrizioni imposte in tutto il mondo per cercare di fermare la diffusione del Coronavirus.

Nella stessa giornata in cui ha reso noto che il Gran Premio degli Stati Uniti è stato rinviato al termine della stagione (15 novembre), la FIM ha annunciato il rinvio anche della gara del Mondiale MXGP prevista in Patagonia per la prossima settimana. Questo mette seriamente in dubbio anche la fattibilità dell'evento previsto per il 19 aprile a Termas de Rio Hondo, che ad oggi sarebbe la prima tappa della MotoGP.

Leggi anche:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Argentina: posticipata la MXGP, rischia anche la MotoGP?MotoGP, Coronavirus: rinviato anche il GP degli Stati Uniti

La Dorna sta lavorando a tutto campo e non esclude alcuno scenario, al punto che Ezpeleta ha rivelato che la stagione 2020 della MotoGP potrebbe anche iniziare prima del 19 aprile, recuperando la gara che non è stata disputata in Qatar, dove hanno corso solo Moto2 e Moto3.

"Stiamo considerando la possibilità che la gara della MotoGP del Gran Premio del Qatar, che non si è disputata a Losail, possa svolgersi altrove. Ma non è facile" ha detto Ezpeleta a Catalunya Radio.

In questo senso, una delle strutture più logiche come possibile circuito ospitante è Sepang, in Malesia, sebbene Ezpeleta abbia insistito sul fatto che non ci sia ancora nulla di concreto.

"In questo momento non abbiamo nulla di chiaro. Lavoriamo ogni giorno e cambiamo le date in cui gli organizzatori ci dicono che non possono ospitare le gare. E' stato in Thailandia, con il Qatar ed ora con Austin. Al momento, l'Argentina rimane confermata, ma dobbiamo essere sicuri che se ci mettiamo in viaggio, la gara si farà. In caso di dubbio, preferiamo posticipare e farlo alla fine dell'anno" ha concluso.

Potrebbe interessarti anche...