MotoGP, Silverstone, Libere 3: Quartararo beffa Rossi, Dovi in Q1!

Matteo Nugnes
motorsport.com

Le Yamaha hanno continuato a fare la voce grossa nella terza sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna, piazzando un bellissimo 1-2 nel turno che ha definito il quadro dei piloti che avranno accesso diretto alla Q2 di oggi pomeriggio. Quadro dal quale a sorpresa è rimasto escluso Andrea Dovizioso.

Fabio Quartararo si è confermato ancora una volta l'uomo da battere sul tracciato di Silverstone, realizzando il nuovo primato del tracciato proprio all'ultimo giro con uno strepitoso 1'58"547. Una zampata con cui ha privato proprio in extremis Valentino Rossi della gioia di chiudere davanti a tutti: per il "Dottore" però è stata una mattinata molto positiva, perché ha chiuso a soli 146 millesimi dallo scatenato rookie francese.

Come detto, per la Yamaha però è stata in generale una sessione molto positiva, perché le M1 si sono tutte guadagnate l'accesso alla Q2, con Maverick Vinales e Franco Morbidelli che però si sono dovuti accontentare del settimo e dell'ottavo posto, staccati di sette ed otto decimi. Lo spagnolo si è anche reso protagonista di un drittone nella ghiaia alla curva 16, riprendendo comunque la via della pista senza problemi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Alle spalle delle due M1 di testa, ma distanziato di ben 366 millesimi, c'è il leader iridato Marc Marquez, che però ha aspettato proprio gli ultimi due minuti per montare una gomma nuova e quindi ha fatto un solo giro nel suo "time attack". Però conferma che anche quando non è l'uomo da battere, è comunque sembra a ridosso dei migliori con la sua Honda.

E' stata una sessione strana invece per le Ducati, perché Jack Miller e Danilo Petrucci non hanno avuto problemi a staccare il pass per la Q2, chiudendo in quarta e quinta posizione a quattro decimi, nonostante l'australiano del Pramac Racing sia anche rimasto fermo lungo il tracciato a causa di un warning che ha spento la sua Desmosedici GP.

Il problema è che Dovizioso invece dovrà passare dalla Q1 perché in questa FP3 si è ritrovato addirittura in 14esima posizione, staccato di ben 1"1. Nel suo primo tentativo ha avuto dei problemi legati al traffico con Karel Abraham, ma anche nel secondo non ha brillato nel T2 ed alla fine è rimasto fuori dalla top 10 per un paio di decimi.

Ci sono invece entrambe le Honda del Team LCR, con Cal Crutchlow autore del sesto tempo, ma anche un ottimo Takaaki Nakagami in nona piazza. Molto buona poi la performance di Aleix Espargaro, decimo e quindi in Q2 con la sua Aprilia. Una cosa per niente banale, se si pensa che invece la cosa non è riuscita alle Suzuki ed alla KTM: la RS-GP, dunque, si presenta come quarta forza della mattinata.

Mastica sicuramente amaro Alex Rins, che con la sua GSX-RR è rimasto fuori per appena 11 millesimi a favore dello spagnolo della Casa di Noale. Ma lo stesso discorso vale anche per Miguel Oliveira e Pol Espargaro, a loro volta rimasti fuori dalla Q2 per una manciata di millesimi con le loro RC16.

Tra gli esclusi ci sono anche Pecco Bagnaia ed Andrea Iannone, che hanno chiuso rispettivamente in 16esima e 18esima posizione. Il weekend di Jorge Lorenzo invece continua come un vero e proprio calvario: il maiorchino, al rientro dopo quattro gare di stop, è finito nuovamente in 22esima ed ultima posizione con la sua Honda, ma soprattutto il suo ritardo dai migliori è nuovamente salito a poco meno di 4".

1

France
France

Fabio Quartararo

Yamaha YZR-M1
Yamaha YZR-M1

Yamaha

16

1'58.547

 

 

179.199

2

Italy
Italy

Valentino Rossi

Yamaha YZR-M1
Yamaha YZR-M1

Yamaha

18

1'58.693

0.146

0.146

178.979

3

Spain
Spain

Marc Márquez Alenta

Honda RC213V
Honda RC213V

Honda

19

1'58.913

0.366

0.220

178.648

4

Australia
Australia

Jack Miller

Ducati Desmosedici
Ducati Desmosedici

Ducati

16

1'59.003

0.456

0.090

178.513

5

Italy
Italy

Danilo Petrucci

Ducati Desmosedici GP19
Ducati Desmosedici GP19

Ducati

15

1'59.034

0.487

0.031

178.466

6

United Kingdom
United Kingdom

Cal Crutchlow

Honda RC213V
Honda RC213V

Honda

17

1'59.184

0.637

0.150

178.242

7

Spain
Spain

Maverick Viñales

Yamaha YZR-M1
Yamaha YZR-M1

Yamaha

17

1'59.298

0.751

0.114

178.071

8

Italy
Italy

Franco Morbidelli

Yamaha YZR-M1
Yamaha YZR-M1

Yamaha

16

1'59.421

0.874

0.123

177.888

9

Japan
Japan

Takaaki Nakagami

Honda RC213V
Honda RC213V

Honda

17

1'59.480

0.933

0.059

177.800

10

Spain
Spain

Aleix Espargaro

Aprilia RS-GP
Aprilia RS-GP

Aprilia

14

1'59.529

0.982

0.049

177.727

11

Spain
Spain

Alex Rins

Suzuki GSX-RR
Suzuki GSX-RR

Suzuki

17

1'59.540

0.993

0.011

177.711

12

Portugal
Portugal

Miguel Oliveira

KTM RC16
KTM RC16

KTM

17

1'59.626

1.079

0.086

177.583

13

Spain
Spain

Pol Espargaro

KTM RC16
KTM RC16

KTM

17

1'59.725

1.178

0.099

177.436

14

Italy
Italy

Andrea Dovizioso

Ducati Desmosedici GP19
Ducati Desmosedici GP19

Ducati

16

1'59.740

1.193

0.015

177.414

15

France
France

Johann Zarco

KTM RC16
KTM RC16

KTM

14

1'59.847

1.30

0.107

177.256

16

Italy
Italy

Francesco Bagnaia

Ducati Desmosedici
Ducati Desmosedici

Ducati

15

1'59.904

1.357

0.057

177.171

17

Spain
Spain

Tito Rabat

Ducati Desmosedici
Ducati Desmosedici

Ducati

18

2'00.530

1.983

0.626

176.251

18

Italy
Italy

Andrea Iannone

Aprilia RS-GP
Aprilia RS-GP

Aprilia

18

2'00.958

2.411

0.428

175.627

19

France
France

Sylvain Guintoli

Suzuki GSX-RR
Suzuki GSX-RR

Suzuki

16

2'00.911

2.364

 

175.696

20

Malaysia
Malaysia

Hafizh Syahrin

KTM RC16
KTM RC16

KTM

15

2'01.168

2.621

0.257

175.323

21

Czech Republic
Czech Republic

Karel Abraham

Ducati Desmosedici
Ducati Desmosedici

Ducati

12

2'02.629

4.082

1.461

173.234

22

Spain
Spain

Jorge Lorenzo

Honda RC213V
Honda RC213V

Honda

14

2'02.478

3.931

 

173.448

Guarda i risultati completi

Potrebbe interessarti anche...