MotoGP: Viñales torna in moto dopo due mesi dalla caduta

Germán Garcia Casanova
motorsport.com

Lo scorso 12 marzo, due giorni prima che venisse dichiarato lo stato d’emergenza in Spagna dovuto alla pandemia del Covid-19, Maverick Viñales è stato protagonista di una brutta caduta mentre faceva motocross ed è stato successivamente portato in ospedale. Il pilota Yamaha si è infortunato la caviglia destra, ma si è trattato di una lesione importante, dato che è stato ricoverato per due giorni e ha avuto bisogno di un periodo di recupero.

La sospensione della stagione di MotoGP ha avuto un impatto sicuramente maggiore rispetto all’incidente, ma in qualche diretta sui propri canali social, si è visto Viñales zoppicare leggermente. Quasi due mesi dopo, lo spagnolo è tornato in moto nella giornata di ieri al Circuit Andorra-Pas de la Casa, che si è riadattato in questi giorni per gli allenamenti dei piloti professionisti, unici in Spagna a potersi allenare in moto in base alla normativa vigente.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

La pista, situata a 2.400 metri d’altezza, era stata usata già la settimana scorsa da Álex Rins, Tito Rabat e Joan Mir, tra gli altri, che sono stati i primi a tornare in azione. Lunedì, oltre a Viñales che disponeva di due moto nel suo box (una supermotard ed una sportiva di bassa cilindrata), altri residenti ad Andorra come Mir ed il pilota KTM in Moto2 Jorge Martín hanno condiviso la pista con il portacolori Yamaha, approfittando del bel tempo.

Da lunedì di questa settimana, la maggior parte delle regioni della Spagna sono passate alla fase 1 (fino a domenica si trovavano nella cosiddetta fase 0) dello stato di emergenza e questo porta i piloti residenti nella Penisola iberica a poter tornare ad allenarsi in moto. È il caso dei fratelli Marc e Álex Márquez, che questa settimana pensano di recarsi al circuito di Rufea (lleida), per allenarsi con le moto.

↓ Allenamenti ad Andorra-Pas de la Casa ↓

Tito Rabat, Avintia Racing

Tito Rabat, Avintia Racing <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Tito Rabat, Avintia Racing Avintia Racing

Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP Avintia Racing

Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP Avintia Racing

Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP Avintia Racing

Avintia Racing

Tito Rabat, Avintia Racing

Tito Rabat, Avintia Racing <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Tito Rabat, Avintia Racing Avintia Racing

Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing Avintia Racing

Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP Avintia Racing

Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing Avintia Racing

Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Tito Rabat, Avintia Racing Avintia Racing

Avintia Racing

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP <span class="copyright">Avintia Racing</span>
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP Avintia Racing

Avintia Racing

Potrebbe interessarti anche...