MotoGP Virtuale, Misano: Alex Marquez beffa Marc, Rossi terzo

Matteo Nugnes
motorsport.com

I piloti veri della MotoGP stanno diventando davvero sempre più bravi anche con i videogiochi e la riprova c'è stata oggi, nel quarto Virtual GP sul tracciato di Misano, con una gara davvero spettacolare, che si è decisa con un finale thrilling.

Marc Marquez era andato davvero vicino alla sua prima affermazione Esports, ma proprio all'ultima curva è stato "bucato" dal fratello Alex, che invece è diventato il primo capace di salire due volte sul gradino più alto del podio in questa mini serie virtuale. Ma sulla pista di casa bisogna segnalare anche il primo podio di Valentino Rossi, terzo grazie anche alla caduta all'ultimo giro di Fabio Quartararo.

Proprio il francesino della Yamaha Petronas era stato l'autore della pole position e nelle prime fasi sembrava anche poter avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza. Nel corso del terzo dei nove giri in programma, però, "El Diablo" è scivolato alla Quercia, cedendo il comando delle operazioni al più giovane dei fratelli Marquez.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Quartararo però non si è dato per vinto e nell'arco di pochi passaggi si è rimesso nel codone della RC213V #73 con il campione del mondo Marc Marquez a fare da spettatore. Almeno fino al settimo giro, quando il tandem di testa è finito in collisione alla curva 5, permettendo al #93 di prendere la leadership a due tornate e mezzo dal termine.

Per Marc sembrava la grande chance di brillare anche a livello virtuale come nella realtà, ma i due ragazzini non ne hanno voluto proprio sapere di mollare e sono andati a riprenderlo all'ultimo giro, con Alex che l'ha spuntata in duello fratricida con un bel sorpasso proprio alla Misano, la curva che immette sul rettilineo finale.

Quartararo invece ha esagerato ed è caduto al Carro, spalancando così le porte del podio ad un Valentino Rossi, che probabilmente avrebbe anche potuto puntare a qualcosina in più se non fosse caduto nelle primissime fasi in seguito ad un contatto con Alex Marquez. Il "Dottore", tra l'altro, ha festeggiato con tanto di coppa consegnata dalla fidanzata Francesca Sofia Novello.

Nella sua gara migliore, Quartararo si è quindi dovuto accontentare della "medaglia di legno" del quarto posto, precedendo la Suzuki di Joan Mir, che per buona parte della corsa era riuscito a battagliare con Rossi, prima di arrendersi a causa di una scivolata.

E' stata una domenica particolarmente storta invece per Maverick Vinales e Pecco Bagnaia, rispettivamente vincitori a Jerez ed al Red Bull Ring, che hanno pagato a caro prezzo qualche caduta di troppo avvenuta nelle prima fase della corsa, piazzandosi poi in sesta e settima posizione.

La classifica si completa poi con nell'ordine Takaaki Nakagami (Honda LCR), Lorenzo Savadori (Aprilia), Tito Rabat (Ducati Avintia) e Michele Pirro (Ducati).

Potrebbe interessarti anche...