Motore Yamaha: Valentino Rossi deluso, Quartararo di più

Il nuovo motore Yamaha non basta, lo hanno confermato i test di Jerez e a ribadirlo sono i piloti della casa di Iwata dopo le prove. Il rischio è di ritrovarsi al via del Mondiale con una moto ancora troppo più lenta delle altre: "Con il motore abbiamo preso la strada giusta, ma il gap è ancora troppo grande, perché se prendi 9 o 10 km/h su una pista come Jerez, diventano un grande problema su tracciati con rettilinei più lunghi. Abbiamo visto qualcosa, ma ci serve di più e spero che possa arrivare il prossimo anno", sono le parole di Valentino Rossi.

Fabio Quartararo è ancora più severo: "Dobbiamo ancora lavorare sull’erogazione del gas che sembra diversa dal vecchio motore. Ovviamente sappiamo anche di cosa abbiamo bisogno: la massima velocità. Penso che sia chiaro a tutti. Difficile da spiegare, si capisce meglio dai miei dati. Ma non ci sentiamo bene come con la vecchia moto, dobbiamo lavorarci su. Certo, le mie dichiarazioni alla Yamaha sono più precise di quelle che posso farvi. Non voglio che le persone si arrabbino con me, soprattutto sul retro del garage".

Così invece Viñales: "La moto nuova è simile a quella vecchia, che ha un buon potenziale, e questo è importante. La mia richiesta principale è che vada un po’ più veloce e su questo aspetto stiamo lavorando sodo per migliorare. In Malesia faremo un altro passo in avanti. La moto funziona e si è visto in molte gare, bisogna solo trovare il modo di farla funzionare".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...