• Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Mourinho dimentica l'Inter: attacco per cancellare lo scudetto di Conte

·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Storico, filosofico, ma anche manovale. Cita Marco Aurelio, "​Nulla viene dal nulla, come nulla ritorna del nulla", si presenta con uno stile diverso rispetto a 13 anni fa, quando con la cravatta allentata, la camicia leggermente aperta e il ghigno beffardo diventava l'allenatore dell'Inter, e a un certo punto lascia la sua postazione, infastidito dal vento e dai pannelli oscuranti, staccando questi ultimi per cancellare un fastidioso sottofondo. E, tra il fisico e la manovalanza, José Mourinho da Setubal, nuovo allenatore della Roma, attacca in maniera diretta l'Inter. 

ATTACCO ALL'INTER - "​La società non vuole successo isolato, vuole arrivare lì e rimanere lì. E' più difficile questo. E' ancora più facile se tu vinci e non hai soldi per pagare gli stipendi". La prima spallata ai nerazzurri, che sono andati all-in con Antonio Conte, portando a casa uno scudetto in due stagioni, ma che hanno dovuto fare i conti con una crisi economica più pesante rispetto a quella di altri club italiani. Tra cessioni illustri, stipendi pagati con ritardo, spending review, Mourinho coi Friedkin non vuole andare all-in, ma progettare a medio lungo termine. 

VIDEO - Mourinho: "Non è la mia Roma, ma quella dei romanisti"

ATTACCO A CONTE - Prima una spallata all'Inter, poi un tackle su Conte: "​Ci sono allenatori che non possono essere paragonati a nessuno nella storia di un club. All'Inter nessun allenatore può essere paragonato a me o a Helenio Herrera, perché non si può fare il paragone". Punto. L'eroe del triplete nerazzurro, a domanda 'se gli mancherà una sfida con Antonio Conte', ha risposto così, cancellando un paragone con Conte che, secondo lui, non regge, non esiste, non c'è. Il solito vecchio Mou, con qualche capello in più, senza camicia e cravatta, ma con la polo e la giacca. Nella storia dell'Inter ma un po' meno nerazzurro. Anche perché la sua filosofia, ora, è interamente giallorossa.   

VIDEO - Mourinho rivela: "Ho dovuto cambiare 3 numeri di telefono"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli