Mourinho: 'Scudetto? Chiedete a Inzaghi... Voglio che Mayoral resti. Alcuni esuberi vogliono giocare, altri...' VIDEO

·2 minuto per la lettura

Alla viglia della trasferta di Salerno, Josè Mourinho ha parlato in conferenza: "Sarà una gara diversa, giocano a 5 dietro, è la prima volta che ci capita quest'anno. Non ci interessa che è una neo-promossa, che sia la Salernitana o l'Inter andiamo sempre per vincere. Sarà dura, ma dobbiamo trovare soluzioni".

SULL'ADDIO DI RONALDO - "L'unica cosa che dico, logica e basica, è che se la Juve è felice, Cristiano è felice e il Manchester United è felice, è il business perfetto. Non bisogna parlare di Cristiano, gioca, segna e vince da 20 anni. Non ha bisogno di commenti. Scudetto? E' una domanda per Simone Inzaghi, non per me...".

SU MAYORAL - "Conto su di lui, abbiamo bisogno di 3 attaccanti. Qualche volta vogliamo giocare con due attaccanti. E' un bravo giocatore, un giocatore di qualità, ha fatto gol nel suo primo anno. Lavora bene, è un bravo ragazzo e professionista, non mi piacerebbe che andasse via".

SUL MERCATO APERTO DURANTE IL CAMPIONATO - "Se vale per tutti i campionati, sì. Se vale per un paio, no. In Inghilterra è difficile, non puoi comprare ma qualcuno può comprare i tuoi, è una situazione rischiosa. Penso che a tutti gli allenatori piacerebbe avere la rosa completa e perfetta a inizio luglio".

SUL CAMBIO MODULO - "Possiamo fare tutto. Anche l'anno scorso la squadra ha giocato a 3, anche se con dinamiche diverse. Possiamo giocare come stiamo facendo adesso, ma anche cambiare. Nel calcio di oggi è difficile che una squadra abbia un solo modo di giocare e di costruire, servono varianti".

SUGLI ESUBERI - "E' una situazione non facile da commentare. Ci sono giocatori con profili diversi. Se devo parlare di Pedro, lui chiaramente voleva giocare e per questo bisogna rispettare la sua professionalità anche se ha scelto un club rivale. Dobbiamo trovare una soluzione per chi vuole giocare. Qualcuno vuole veramente giocare, qualcuno preferisce altre cose, ma ognuno è libero di fare quello che pensa. E lo stesso vale per la società e per me come allenatore".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli