Mourinho su Ronaldo: “Un fenomeno: diventerà un caso da studiare”

notizie.it
Mourinho su Ronaldo: “Un fenomeno: diventerà un caso da studiare”
Mourinho su Ronaldo: “Un fenomeno: diventerà un caso da studiare”

Cristiano Ronaldo continua a battere qualsiasi record: l’ultimo ma non per importanza è quello delle 700 reti da professionista in gare ufficiali, arrivato con il suo Portogallo. La pancia di CR7, però, non è sicuramente sazia, anzi. Il fuoriclasse bianconero ha ancora tantissimi obiettivi da raggiungere prima di chiudere la propria carriera. In primis c’è il sesto pallone d’oro, con il quale potrebbe superare Lionel Messi e mettere un punto a proprio favore sulla rivalità storica con l’argentino.

Un altro storico traguardo sarebbe quello di vincere la Champions League con la Juventus: se dovesse riuscirci raggiungerebbe Francisco Gento, storica bandiera del Real Madrid e unico giocatore nella storia ad aver vinto 6 Coppe dei Campioni, e Clarence Seedorf, l’unico ad aver conquistato la coppa dalle grandi orecchie con tre squadre differenti.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Mourinho su Ronaldo

Nonostante i tanto chiacchierati screzi tra i due ai tempi del Real Madrid, Josè Mourinho non ha mai nascosto la sua ammirazione nei confronti di Cristiano Ronaldo. Lo Special One ha sottolineato in un’intervista per un ente televisivo portoghese le incredibili qualità di CR7: “Ronaldo non mi sorprende affatto. E neanche quello che fa mi stupisce. Ha 34 anni è un grande giocatore, milita in una squadra di alto livello, con grandi ambizioni. In termini genetici, è un caso di studio, ma andrebbe approfondita anche la sua mentalità”.

Negli anni trascorsi con la divisa blanca Cristiano ha messo a referto più gol che presenze: 168 in 164 partite, nelle quali ha registrato anche 49 assist. “Fra qualche tempo, avrà 50 anni e la Fifa lo inviterà per una partita fra ‘legends’. Sarà il migliore e continuerà a segnare”, ha poi concluso Josè Mourinho.

Potrebbe interessarti anche...