Muore e lascia 6 milioni per aiutare ciechi e invalidi

Pixabay_congerdesign
Pixabay_congerdesign


Ha lasciato tutti i suoi averi, per un totale di 6 milioni di euro, al Comune per costruire alloggi destinati a non vedenti e invalidi. È successo a Treviglio, in provincia di Bergamo, dove Carla Giuliani, morta a 88 anni, ha destinato il suo ingente patrimonio ai più bisognosi. Nel testamento dell’anziana, le sue ultime volontà.

GUARDA ANCHE: Il testamento di Nadia Toffa che lascia dopo la sua morte: il prezioso insegnamento

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio


LEGGI ANCHE: Empoli, prima di morire lascia un milione di euro al Comune: "Costruite un gattile e un canile"

Come scrive "L'Eco di Bergamo", l'unica erede senza figli della “Drogheria Giuliani”, grossista operativo a Treviglio dagli anni Trenta agli anni '70, ha anche lasciato 50 mila euro alla parrocchia del luogo.

GUARDA ANCHE: Testamento solidale, il 14% degli italiani è propenso a farlo


L'ammontare del patrimonio, comprensivo dell'azienda, dei conti correnti e dei terreni, servirà per creare una struttura destinata a ciechi e invalidi "di indubbia moralità", come ha precisato la donna nel testamento.

Potrebbe interessarti anche...