Piquè contro il Real Madrid, il Barcellona non si scusa: "Non ha detto bugie.."

Il Real Madrid starebbe pensando di portare in Tribunale Gerard Piqué dopo le sue parole. Sergio Ramos duro: "Il Barcellona dovrebbe stare zitto".

"Non mi piace il Real Madrid: dal suo palco muove i fili del Paese". Firmato Gerard Piqué. Uno che, quando si tratta di far polemica, non si tira mai indietro. Nemmeno dopo una partita della nazionale spagnola, quella vinta per 2-0 ieri sera in casa della Francia.

La risposta del 'compagno-nemico' Sergio Ramos era attesa, e come prevedibile è arrivata. Il centrale del Real Madrid l'ha offerta ai giornalisti spagnoli: "In tutti i palchi si muovono fili. Quello che dice Piqué non cambierà i valori del nostro club. Il Barcellona dovrebbe stare zitto, quest'anno ha avuto dei favoritismi arbitrali".

"Piqué è stato divorato dal suo personaggio - ha detto invece l'ex madridista Jorge Valdano a 'Onda Cero' - parlando di valori, Ramos ha fatto una figura migliore rispetto a Piqué. Confondere il calcio con uno show mi sembra molto pericoloso".

Ma non è finita qui: secondo 'Marca', il Real Madrid starebbe addirittura pensando di citare Piqué in Tribunale dopo le sue dichiarazioni, considerate evidentemente lesive dell'immagine del club blanco.

Una guerra che rischia dunque di andare avanti a colpi di carte bollate proprio mentre c'è una Liga di mezzo. E un clásico ormai all'orizzonte: il prossimo 23 aprile, al Bernabeu, Real Madrid e Barcellona si sfideranno per decidere gran parte della corsa al titolo.

Intantoo però le parti si sfidano fuori dal campo, con il Barcellona che ha sostenuto Pique durante la conferenza stampa di Cardoner, vicepresidente blaugrana: "Gerard ha espresso una sua opinione, ma non ha detto bugie. Noi siamo sempre a favore della verità. La chiarezza a volte può offendere". Guerra all'orizzonte.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità