Nagelsmann snobba il filotto: "Domani faremo rotazioni, anche la Bundesliga è importante"

Getty Images

Julian Nagelsmann ha la possibilità di centrare la sesta vittoria su sei, ma quel che conta, a qualificazione ottenuta, è gestire la rosa: "Faremo rotazioni a causa degli infortunati o di chi è stanco: vogliamo vincere, ma ci dobbiamo anche concentrare sulla Bundesliga, che è molto combattuta. Sanè, Lucas Hernandez e De Ligt non saranno a disposizione, vediamo per domenica. Muller si è allenato in maniera leggera, probabile ci sia dalla settimana prossima, Neuer invece si è allenato abbastanza bene, dovrebbe giocare nel week-end. Gravenbach? Domani giocherà".

L'Inter a detta dell'allenatore bavarese non è una sorpresa: "Per me non è una sorpresa, sono sincero. La squadra nerazzurra è fortissima, così come il Barcellona, l'assenza di Lukaku non cambia nulla: alla fine decidono i dettagli. Noi siamo stati un po' fortunati col Barcellona: se avessero segnato prima loro ci avrebbero anche potuto battere. Inzaghi ha una squadra fantastica, ha fatto vedere buonissime cose in entrambe le fasi, in particolare hanno buone idee a centrocampo. Sono una squadra ostica, è sempre difficile difendere contro loro. Non conosco bene la realtà italiana, se un allenatore come Inzaghi sia considerato giovane, o no: so che in Italia puntano su allenatori più esperti".