Nainggolan: "Non so dove sarà il mio futuro. Se sarà all'Inter, mi giocherò le mie chance"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Tra i temi affrontati da Radja Nainggolan nel corso della lunga intervista rilasciata nei giorni scorsi a Sky Sport, c'è stato anche il rapporto con Antonio Conte, suo allenatore solo per la prima parte del ritiro con l'Inter prima dell'ennesimo ritorno a Cagliari: "Quando mi sento preso per il culo è difficile che poi accetto una persona. Quando l'Inter decide di darmi via, mi sono state dette le cose come stavano. Mi sono giocato le mie possibilità e non le ho avute, lui non mi ha mai detto che sarei stato un titolare, non mi ha mai spiegato quale sarebbe stato il mio ruolo ma mi ha detto che dovevo allenarmi per farmi trovare pronto. Poi è discutibile il fatto che non ho mai avuto 40 minuti di tempo per mettermi in gioco; io, come ho spiegato anche a lui, non sono mai stato uno che ha giocato con la concorrenza. Sono sempre stato un titolare e non so cosa voglia dire iniziare da ultimo per andare avanti. Magari sono più un giocatore da partita che da allenamento. Comunque lo rivedo, lo saluto perché con me sono sempre state messe le cose in chiaro. In Nazionale, invece, non mi è mai stato spiegato il motivo del mio accantonamento. Vedermi titolare e non portarmi nei 23 mi sembra una follia".

Radja Nainggolan | Soccrates Images/Getty Images
Radja Nainggolan | Soccrates Images/Getty Images

In Ninja ha poi parlato anche delle esperienze passate e di quello che può essere il suo futuro: "Ancora non so, si sta lavorando. Potrei rimanere a Cagliari ma ci sono tante cose da limare ancora. Però ho fatto sei anni e mezzo qui, in Sardegna si vive benissimo. E' un'isola, non sta come tutte le città grandi ma migliorano e la vita qui è molto qualitativa. Non è come il Belgio, ma mi sento a casa.A Roma son stato bene, a Milano sono stato bene sul piano extra-calcistico, però qui c'è una pace che in pochi posti si può trovare. Cerco sempre di dare il massimo di me stesso, anche se non so dove sarà il mio futuro. Se sarà a Cagliari darò il massimo per il Cagliari, se sarà all'Inter visto che sono ancora un giocatore dell'Inter mi giocherò le mie chance".

Segui 90min su Facebook.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli