Napoli, cinque cambi con l'Udinese: ok Zielinski e Lozano, ballottaggio Elmas-Raspadori

Ultimo impegno ufficiale del 2022 per il Napoli. Domani gli azzurri scenderanno in campo contro l'Udinese in vista della quindicesima giornata di Serie A, prima di fermarsi a causa della sosta per i Mondiali in Qatar. Di fronte un'avversaria che ha ottenuto risultati importanti in questo avvio di campionato, tra cui le vittorie nette contro Inter e Roma, i pareggi contro Lazio e Atalanta. Resta, però, il Napoli la squadra più in forma di questa Serie A e soprattutto quella che guarda tutti dall'alto verso il basso. 38 i punti degli azzurri, a +8 su Milan e Lazio, con l'obiettivo di allungare momentaneamente a 11 le lunghezze nella giornata di domani, in attesa di scontri diretti importanti che ci saranno domenica (Atalanta-Inter, Milan-Fiorentina e Juve-Lazio). 11 sarebbero anche le vittorie consecutive ottenute in campionato in caso di successo.

ASSENZE NAPOLETANE - Spalletti dovrà fare i conti con un'assenza in particolare, quella che sicuramente pesa più di tutte. Si tratta di Kvaratskhelia, che ha già saltato gli impegni contro Atalanta ed Empoli a causa di una lombalgia. Oggi il tecnico di Certaldo ne ha annunciato nuovamente il forfait contro l'Udinese. Anche Rrahmani, come previsto, non prenderà parte al match e tornerà in campo, con calma, direttamente nella prossima gara contro l'Inter, in programma a San Siro il prossimo 4 gennaio. Tra gli indisponibili c'è Sirigu e saranno Idasiak e Marfella le alternative a Meret.

DUE CAMBI IN ATTACCO - Ci sono diversi dubbi ancora da sciogliere per Luciano Spalletti per quanto riguarda la formazione che affronterà domani l'Udinese. Dubbi che riguardano esclusivamente difesa e attacco. Tra i pali chiaramente il solito Meret, che fin qui le ha giocate tutte tra campionato e Champions. In difesa le certezze sono Di Lorenzo e Kim, c'è il ballottaggio Ostigard/Juan Jesus che potrebbe essere vinto dal brasiliano. Altra situazione di incertezza sull'out mancino, dato che sia Mario Rui che Olivera stanno dando entrambi un enorme contributo alla causa. L'uruguaiano, però, parte con un leggero vantaggio, che è anche quello di essere più fresco avendo riposato contro l'Empoli. Il centrocampo è quello "titolarissimo", in cui si vede il rientro di Zielinski dal 1' al posto di Ndombele. A completare il reparto Lobotka e Anguissa. In attacco possono cambiare 2 interpreti su 3. Osimhen sarà il solito punto di riferimento, sulle fasce le novità rispetto a martedì: Lozano - fresco di gol e assist decisivi per la vittoria contro l'Empoli - prenderà il posto di Politano sull'out di destra ed Elmas scalpita per una maglia da titolare sull'altro lato. Resta in piedi l'ipotesi Raspadori al posto del macedone.

La probabile formazione (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Juan Jesus, Olivera; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Elmas. All. Spalletti.