A Napoli comanda solo De Laurentiis: cambi dirigenziali, la scelta sulle maglie e con Giuntoli è rottura totale

·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

In casa Napoli sarà, senza ombra di dubbio, l'estate di Aurelio De Laurentiis. Il presidentissimo azzurro ha deciso di riprendere completamente in mano le redini del club e di indirizzare ogni tipo di scelta programmatica futura senza delegare alle persone preposte. Si va dal cambiamento di alcune figure dirigenziali - ha già salutato il direttore amministrativo Antonio Saracino, mentre Giuseppe Santoro è tornato per riappropriarsi del ruolo di team manager al posto di Matteo Scala - alla scelta di autoprodursi le nuove magliette che, secondo quanto riporta Il Corriere dello Sport, avrebbe generato qualche frizione col responsabile del marketing Formisano. E poi c'è il mercato e la costruzione di una squadra che ripartirà dalla guida tecnica di Luciano Spalletti e da decisioni improntate al contenimento dei costi.

RAPPORTI TESISSIMI - Proprio la nomina del tecnico di Certaldo al posto di Gattuso è stata un'iniziativa assunta personalmente da De Laurentiis, visti anche i rapporti ormai ai minimi termini col direttore sportivo Cristiano Giuntoli. Come riferisce Il Corriere dello Sport, da almeno 6 mesi e precisamente dal giorno del tracollo a Verona del Napoli di Gattuso - che rischiò seriamente l'esonero - i due hanno interrotto ogni tipo di contatto e a tenerli legati rimane soltanto il lungo contratto fino al 2024 di Giuntoli. Che continuerà ad avere la responsabilità di consegnare a Spalletti i rinforzi richiesti per completare l'organico, ma che non potrà non tenere in considerazione i "suggerimenti" di De Laurentiis, che non ha escluso la presenza di un paio di nomi eccellenti per abbattere i costi e che prende tempo a proposito del rinnovo di Lorenzo Insigne, col quale andrà fatto il punto al termine dell'Europeo e col quale la distanza è ampia tra domanda e offerta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli