Napoli, "congelati gli stipendi dei giocatori"

Resta alta la tensione in casa Napoli dopo l'ammutinamento messo in atto dai giocatori in seguito alla partita contro il Salisburgo dello scorso 5 novembre, quando dopo la Champions League Insigne e compagni si sono rifiutati di andare in ritiro e sono tornati nelle rispettive case. Secondo quanto riporta La Repubblica, il presidente del club azzurro Aurelio De Laurentiis ha deciso di congelare il pagamento dell'ultimo stipendio dei giocatori, quello di ottobre.

La mossa del patron, accolta con molto fastidio dallo spogliatoio, è stata fatta in vista della prossima richiesta di decurtazione degli ingaggi mensili, che secondo le indiscrezioni può arrivare fino al taglio del 25% lordo. Lunedì partiranno le missive ai giocatori e siccome le due parti non si sono riavvicinate inizierà l'attesa battaglia legale. Il club azzurro, fa sapere il Mattino, si muoverà su un doppio binario: l'istanza di arbitrato con la multa per violazione dell'accordo collettivo, che potrebbe variare a seconda dei giocatori, e un'azione legale per giusta causa legata ai danni d'immagine provocati dall'ammutinamento seguito a una partita vista in tutta Europa.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...