Napoli, disgelo tra De Laurentiis e la squadra: chiesti risultati, le multe restano

Il presidente ha confermato le multe chiedendo massimo impegno per le ultime partite del 2019. Primo obiettivo gli ottavi di Champions League.
Il presidente ha confermato le multe chiedendo massimo impegno per le ultime partite del 2019. Primo obiettivo gli ottavi di Champions League.

Il tempo della tregua al Napoli è finalmente arrivato. L'incontro andato in scena venerdì pomeriggio a Castelvolturno tra Aurelio De Laurentiis e la squadra, alla presenza di tutta la dirigenza e del tecnico Ancelotti, ha dato i primi risultati.

De Laurentiis infatti, se da un lato ha confermato le salatissime multe per l'ammutinamento contro il ritiro, dall'altro si è mostrato disponibile a trovare una mediazione. Il presidente però pretende dalla squadra prestazioni all'altezza di quella sfoderata ad Anfield mercoledì sera anche nelle ultime partite del 2019.

Gli obiettivi stagionali, d'altronde, sono chiari: quarto posto in campionato, andare più lontano possibile in Champions League e magari cercare di vincere la Coppa Italia.

Peraltro in caso di qualificazione agli ottavi di Champions League, secondo quanto riporta 'La Gazzetta dello Sport', De Laurentiis ha già concordato un bonus da 100 mila euro a testa che alleggerirebbe il peso delle multe appena comminate.

Inoltre, a margine dell'incontro collettivo, De Laurentiis avrebbe parlato separatamente e singolarmente con Allan, Insigne e Mertens ovvero i tre che sono stati individuati come i 'capi' della rivolta. Segnali di tregua, insomma. Per la pace definitiva però serviranno i risultati del campo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...