Napoli e Bari regalano a De Laurentiis un week-end da cinema: Kvaratskhelia e Cheddira i suoi divi

Un week-end da ricordare. Un week-end da primo della lista con entrambe le squadre di proprietà: il 3-1 al Torino per il Napoli e 6-2 del Bari al Brescia sono state due dimostrazioni di forza che fanno certamente ben sperare per il futuro. Da uomo di spettacolo, Aurelio De Laurentiis ama i fuochi d'artificio e le cose eclatanti, ma sopratutto prende nota augurandosi che le ottime sensazioni destate in questo primissimo scorcio di stagione siano durature. Già lo scorso anno la squadra di Spalletti si era resa protagonista di una partenza fulminante con 10 vittorie e 2 pari e la sensazione di poter recitare un ruolo da antagonista reale al duo milanese per la conquista dello scudetto. Un ruolino di marcia molto simile a quello dei pugliesi nell'ultimo campionato di Serie C, in cui i 9 risultati utili consecutivi iniziali diedero già il senso di un dominio che si sarebbe rivelato incontrastato fino alla conquista della promozione.

MACCHINE PERFETTE - Due macchine quasi perfette Napoli e Bari, così diverse negli interpreti ma così simili nel desiderio di imporre il proprio gioco e di coniugare lo spettacolo ai risultati. E i numeri, che difficilmente mentono, sono lì a confermarlo: nessuno ha segnato più delle due capoliste di A e B, arrivate rispettivamente a quota 18 e 16 gol da inizio campionato. Nessuna delle due vanta, sulla carta, il bomber capace di catalizzare le attenzioni e a prendersi sulle spalle la responsabilità di garantire la gran parte della produzione offensiva, ma entrambe hanno saputo pescare e sin qui esaltare il valore di due individualità che spiccano su tutto il resto. Se Napoli ha trovato in Kvaratskhelia il leader tecnico (5 gol e 3 assist) di una squadra giovane ma affamata come non mai, una Bari tornata a respirare l'aria del grande calcio ha in Cheddira il suo nuovo profeta (12 reti e 4 passaggi decisivi). E De Laurentiis gode, sperando che questo sia soltanto uno dei tanti week-end da ricordare.