Napoli, Gattuso esclude Allan: "Non si è allenato come dico io, resta a casa"

Goal.com
Gennaro Gattuso in conferenza stampa alla vigilia di Cagliari-Napoli: "Dobbiamo fare 40 punti, siamo ancora in una zona pericolosa".
Gennaro Gattuso in conferenza stampa alla vigilia di Cagliari-Napoli: "Dobbiamo fare 40 punti, siamo ancora in una zona pericolosa".

La pesante sconfitta contro il Lecce e il riscatto in Coppa Italia contro l'Inter: il Napoli di Rino Gattuso cerca continuità sul campo di un Cagliari che deve invece ritrovare il passo di inizio stagione.

L'allenatore azzurro è intervenuto in conferenza stampa annunciando subito l'esclusione dai convocati di Allan:

"Non si è allenato come dico io, resta a casa. Lui non è convocato insieme agli infortunati Milik, Lozano e Koulibaly. Nessuna polemica, quando torneremo se si allenerà come dico io verrà convocato, altrimenti no".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Gattuso fa poi il punto sulla stagione del suo Napoli e cerca di tenere alta la tensione della squadra:

"Non abbiamo bisogno di trovare stimoli per andare in Europa League o in Champions League, ma dobbiamo fare 40 punti, perchè siamo ancora in una zona pericolosa. Dobbiamo crescere mentalmente, stiamo pagando questa questione di testa".

Molti hanno sottolineato l'atteggiamento difensivo del Napoli sul campo dell'Inter, ma Gattuso spiega la sua filosofia di calcio:

"Uno può vedere il calcio come vuole, io lo vedo con due fasi. Non abbiamo fatto nessun catenaccio, ma abbiamo giocato da squadra organizzata. Ho detto che a mercato chiuso si doveva correre, lavorare e avere il Napoli in testa tutto il giorno, ho 24-25 giocatori da gestire e non posso non essere coerente con loro. Bisogna pedalare. Anche l'anno scorso al Milan ho fatto tante gare senza subire goal, dobbiamo essere compatti".

L'allenatore azzurro esprime poi il suo parere sul VAR e manda un appello:

"Io sono favorevole al VAR, ma gli arbitri devono parlare a fine partita e spiegare cosa hanno visto. Bisogna credere alla buona fede, poi qualche arbitro giovane si mette in difficoltà da solo".

Proseguono i problemi in difesa, dove le assenze hanno pesato nell'ultimo periodo:

"Diedi tre giorni a Manolas per la nascita del figlio, ha perso due giorni di allenamento, ma quando la squadra si allena al massimo e uno non si allena poi non è facile fare delle scelte. Ho fatto degli errori, ma non volevo perdere credibilità di fronte al gruppo. Elmas? Mi ha sorpreso la tecnica, la forza l'avevo vista subito. E' molto forte, ha la testa da calciatore".

Il Cagliari si presenta un ostacolo insidioso per il Napoli, la squadra sarda ha qualità ma deve ritrovare il giusto passo:

"E' una squadra che può darci fastidio per come gioca. Io voglio vedere la prestazione, come teniamo il campo e come siamo disposti alla sofferenza".

Potrebbe interessarti anche...