Napoli, Gattuso senza Fabian: "Sta veramente male, non ci sarà"

Goal.com
Le parole di Gennaro Gattuso in conferenza stampa alla vigilia di Sampdoria-Napoli.
Le parole di Gennaro Gattuso in conferenza stampa alla vigilia di Sampdoria-Napoli.

Giornata di vigilia per Gennaro Gattuso che con il suo Napoli domani serà affronterà in trasferta la Sampdoria nel posticipo del 22esimo turno di Serie A.

Conferenza stampa per il tecnico calabrese che ha messo in guardia i suoi dall'organizzazione difensiva dei blucerchiati, più solidi da quando Claudio Ranieri ha preso il posto dell'esonerato Di Francesco. Al 'Ferraris' non ci sarà Fabian, recupero ok per Mertens e Allan.

"Da quando è arrivato Ranieri la Sampdoria è più solida, non ha subìto goal per sei partite e sarà una gara difficile. Sono preoccupato perché affronteremo un grande allenatore, ho paura che possa incartarmela e l'ho detto anche ai giocatori. Dobbiamo prepararla bene e arrivarci col veleno, toccare i 30 punti per noi sarebbe importante. Il mercato? Sono contento e l'ho detto anche ai dirigenti e al presidente che mi fa sempre la battuta della bicicletta, ora pedala".

"Fabian non si allena da quattro giorni, sta veramente male e non sarà convocato. Demme parte da solo, domani lo valuteremo così come Maksimovic. Koulibaly non è ancora al 100%, Mertens ha lavorato bene e sarà convocato al pari di Allan".

"Gaucci mi ha aiutato a crescere, ci tengo a ricordarlo e abbraccio tutta la sua famiglia. Riposa in pace big Luciano".

"Ancora non mi fido, per farlo devono passare diversi mesi. Ci sono tante teste e la settimana passa rompendo le scatole, non dobbiamo sottovalutare nulla. Lobotka regista senza Demme? Fatico io a capire, non voglio aiutare i miei colleghi. Il Napoli mi ha messo a disposizione una persona che controlla gli avversari, i sacrifici è giusto che li facciano anche loro".

"Politano ha avuto un po' d'influenza ma si è allenato ed è a disposizione. E' forte e ci darà una grossa mano, l'anno scorso ci ho sbattuto i denti perché per un punto non siamo andati in Champions col Milan e lui all'Inter aveva fatto molto bene".

"Siamo favoriti sulla carta nelle prossime sei partite? Se non ci stai con la testa puoi perdere anche contro i ragazzini della Primavera. Sulla carta non c'è nulla, ogni gara è complicata".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...