Napoli, intrigo portieri: stretta su Kepa e Meret si allontana

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

È un’estate piena di sorprese quella del Napoli. Solo qualche settimana fa sembrava scontato che, dopo l’addio di Ospina, Meret si prendesse i gradi del portiere titolare e rinnovasse con il club azzurro un contratto in scadenza nel 2023. Ora però la situazione si è ribaltata e il club di De Laurentiis sta per chiudere con un nuovo numero 1, di fatti sconfessando l’investimento fatto 4 anni fa.

MERET - Meret non ha convinto né il Napoli né Spalletti e le prime amichevoli stagionali hanno confermato il momento negativo che il friulano sta vivendo, vittima anche delle tante voci che girano sul suo nome. Il suo futuro è sempre più lontano dal Vesuvio. Quella firma sul contratto, ormai già pronto per lui, alla fine è sfumata: l’ex Udinese voleva avere quelle garanzie di titolarità che non sono mai arrivate e allora ha deciso di cambiare aria. Adl era stato più che chiaro: vuole due portieri che siano sullo stesso livello e si contendano il posto. Dopo un anno da comprimario, Meret vuole giocare e sta cercando squadra. Il Torino e Juric (ma non solo) farebbero carte false per lui e il Napoli deve venderlo quest’anno per monetizzare.

KEPA - Chi sarà allora il nuovo numero uno napoletano? Tutte le strade portano a Kepa Arrizabalaga. L’accelerata è stata data qualche giorno fa dopo l’ok di Spalletti. Proprio l’allenatore toscano sta discutendo ogni giorno per avere il nuovo portiere. L’agente dello spagnolo è in Italia, l’incontro con la dirigenza azzurra non è ancora arrivato ma il Napoli ha scelto lui, vuole chiudere in breve e la situazione sembra ormai ben avviata. Anche gli ultimi ostacoli economici sembrano essere ormai superati. Il giocatore del Chelsea arriverà al Maradona in prestito secco, con i londinesi che pagheranno il 70% del suo ingaggio. Kepa assicurerà l’esperienza internazionale e la capacità di giocare bene con i piedi che vuole Spalletti. Ma, con la partenza di Meret, non è detto che sia l’unico portiere ad arrivare. Gli azzurri potrebbero prenderne anche un altro, per fare il numero 12. D’altronde quest’estate a Napoli può succedere di tutto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli