Napoli, Koulibaly non arriva in ritiro: è a un passo dal Chelsea. Il giocatore conferma, il saluto di Spalletti VIDEO

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'estate è molto calda per i tifosi del Napoli. Dopo l'addio di Insigne, quello (momentaneo o permanente) di Mertens, si avvicina un altro saluto di altissimo livello. La situazione di Kalidou Koulibaly è complicata, il contratto del senegalese scadrà tra un solo anno, il prossimo 30 giugno 2022. Il rinnovo non è tanto vicino, con il ds Giuntoli che è stato molto chiaro nella conferenza di sabato: proposti 6 milioni per 5 anni più un futuro da dirigente per Kouli. Offerta messa in stand-by da parte del calciatore che ha deciso di prendersi un po' di tempo.

IL CHELSEA - Su Koulibaly è piombato in maniera importante il Chelsea. Il club inglese è alla ricerca di un nuovo difensore e lui rappresenta l'identikit ideale per rinforzare il reparto arretrato. Il suo agente, Fali Ramadani, ha parlato prima con la Juventus e poi proprio con il Chelsea. In Italia è difficile, se non impossibile, trasferire Koulibaly, così ecco intensificati i contatti con i Blues. Proprio il Chelsea è pronto a presentare un'offerta da 40 milioni di euro al Napoli. Nel frattempo attorno al giocatore c'è un alone di mistero, dato che era atteso l'ultima notte ma non è ancora arrivato a Dimaro e difficilmente arriverà. L'ex Genk ha già preso la sua decisione, ha accettato l'offerta da 9 milioni del Chelsea, mentre il presidente De Laurentiis la prenderà nei prossimi giorni e valuterà se dire sì alla proposta degli inglesi o fare muro.

PARLA KALIDOU - Il giornalista francese Romain Collet-Gaudin ha intercettato Koulibaly e ha riportato le sue parole riguardo il trasferimento al Chelsea: "Lo confermerò più avanti ma siamo sulla buona strada". Dichiarazioni che sanno praticamente d'addio.

LE PAROLE DI SPALLETTI - A Dimaro intanto, dove il Napoli è in ritiro, il tecnico azzurro Luciano Spalletti ha parlato del futuro del centrale senegalese: "Rimango sempre dello stesso avviso. Io Koulibaly lo preferisco a chiunque. Mi viene facile perché lui, come calciatore del Napoli, è quello che ha la media punti più alta. Quando in campo c'è stato lui abbiamo fatto più punti. Se dovesse scegliere di andare, noi non finiremo mai di ringraziarlo per tutto ciò che ci ha insegnato e per tutto ciò che ci ha dato per farci giocare la Champions League quest'anno. Kalidou è buonissimo, fortissimo. Quest'anno sarebbe anche il nostro capitano. Se sceglierà cose differenti gli augureremo il meglio perché se lo merita tutto. E guai a chi gli dirà qualcosa se dovesse fare scelte diverse".

IL SOSTITUTO - La partenza di Koulibaly lascerà un vuoto importantissimo, che in un modo o nell'altro andrà colmato. Diversi i giocatori seguiti per sostituirlo. In primis c'è Kim Min-jae, difensore del Fenerbahce seguito da tempo che piace tanto a Giuntoli. Più complicata la pista che porterebbe a Hincapié, pronto a firmare il rinnovo con il Bayer Leverkusen. Da non sottovalutare le idee Acerbi e Milenkovic, in uscita da Lazio e Fiorentina. Nel frattempo il Napoli sta chiudendo per l'arrivo di Ostigard dal Brighton, ma non andrà a sostituire Koulibaly.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli