Napoli, la rivoluzione di Ancelotti: addio al tridente, sarà riproposta la difesa a tre e mezzo

Francesco Manno
90min

Carlo Ancelotti, come sottolinea l'edizione on line del Corriere dello Sport, ha deciso di operare una piccola rivoluzione rispetto al ​Napoli di Maurizio Sarri. Via il tridente, attacco a due punte. Aurelio De Laurentiis ha mostrato comunque di gradire tali cambiamenti: "Abbiamo disputato una ottima stagione", le parole del presidente del sodalizio campano nel corso della cena tenuta ieri sera a Villa D'Angelo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio


De Laurentiis ha poi ricordato il vecchio allenatore sottolineando, allo stesso tempo, il rinnovamento apportato dal nuovo tecnico: "Sarri è un grande allenatore, i ragazzi hanno fatto benissimo con noi. Con Ancelotti, però, tutti hanno avuto la possibilità di mettersi in mostra. Gli dobbiamo dire grazie".


Ancelotti, in questa stagione, ha avuto la possibilità di studiare la squadra, i calciatori a sua disposizione. In Champions League ha utilizzato la difesa a tre e mezzo in fase di impostazione. E da lì si ripartirà anche per la prossima annata calcistica. In fase di possesso palla Allan è diventato il terzo difensore accompagnando i due centrali con i terzini che si allargavano. Il brasiliano, contro la SPAL, ha anche segnato una rete. Il nuovo Napoli ripartirà anche da lui.

90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Napoli e della Serie A.

Potrebbe interessarti anche...