Napoli-Osimhen, i retroscena del contratto: password social in mano al club, spunta la penale da 600mila euro

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Quando ci si siede a trattare col Napoli, uno dei punti fondamentali sui quali discutere è quello legato ai diritti d'immagine. Il presidente De Laurentiis ci tiene molto, ed è capitato anche che facesse saltare trattative per un mancato accordo su questo aspetto. E' andato tutto liscio con Victor Osimhen, che nel 2020 ha firmato un contratto da 45 pagine del quale La Repubblica ha svelato alcuni retroscena.

I DETTAGLI - Al momento della firma, l'ex attaccante del Napoli ha accettato di dare al club username e password dei suoi account social, cedendo alla società il diritto di accedere. Da quel giorno ogni aspetto della vita pubblica di Osimhen è in mano al Napoli, che ha di fatto acquistato anche i diritti d'immagine dell'attaccante. Ogni dichiarazione deve essere approvata dal club. La società ha il controllo totale sul giocatore, è "l'unica entità legittimata nell'incasso di qualsiasi somma dovuta al calciatore... e proveniente da qualunque fonte, compresa la nazionale della Nigeria". Un controllo, quindi, in Italia ma anche nel suo Paese. Il giocatore ha ceduto i suoi diritti per circa 609mila netti il primo anno che quest'anno sono saliti quasi a 700mila per il resto del suo contratto. In cambio, Osimhen dovrà partecipare "se e quando richiesto dal club, a tutte le iniziative connesse all'utilizzo dei diritti d'immagine".

IL CONTRATTO CON LA NIKE - Ma non è finita qui, perché per nel contratto del nigeriano col Napoli c'è un'altra clausola legata alla Nike: la famosa marca è fornitrice delle sue scarpe fino al 2023, ma se Osimhen sarà ancora a Napoli alla fine della prossima stagione non potrà rinnovare il contratto con la Nike. E se dovesse saltare l'accordo legato ai diritti d'immagine per "fatto o colpa del calciatore", l'attaccante dovrà pagare al Napoli quei 609mila euro netti che ha guadagnato il primo anno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli