Napoli, passo falso che costa la Champions. Fatal Verona per gli azzurri, Gattuso paga per tutti

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·3 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

È appena giunta al termine la stagione del Napoli, terminata con l'1-1 ottenuto in casa con il Verona che è costato l'accesso alla Champions League. I ragazzi di Gattuso per centrare la qualificazione avrebbero avuto bisogno di una vittoria che non è però arrivata, condannando gli azzurri all'Europa League. Il Napoli nonostante la consapevolezza dell'essere padrone del proprio destino ha steccato, non riuscendo quasi mai a mettere in seria difficoltà l'organizzazione del Verona, trovando poche volte il tiro e segnando da calcio piazzato anche in modo fortunoso. Sull'1-0 poi il Napoli si è del tutto addormentato, subendo il pareggio e non riuscendo a riprendersi dopo il colpo psicologico subito.

Gennaro Gattuso | Francesco Pecoraro/Getty Images
Gennaro Gattuso | Francesco Pecoraro/Getty Images

E' pur vero che la qualificazione è passata da pochi centimetri, se il colpo di testa di Petagna fosse entrato anziché finire sulla traversa ora staremmo parlando di festa, impresa, ma nel calcio i sé contano poco e la verità è che il Napoli non ha approcciato il Verona nel modo giusto e la Champions non è arrivata, evidenziando come agli azzurri manchi la ancora mentalità giusta. Ora bisognerà dimenticare il prima possibile questo campionato e ripartire, puntando ad arrivare il più lontano possibile nelle coppe e il più in alto possibile in Serie A.

A Castelvolturno tira intanto aria di rivoluzione, non ci è ancora dato sapere cosa accadrà sul mercato, chi arriverà e chi lascerà, anche se il mancato accesso alla Champions potrebbe portare ad almeno una cessione importante. La rivoluzione intanto, sarà tecnica. De Laurentiis ha annunciato ufficialmente l'addio di Gattuso, che era nell'aria già da un pezzo, ma ora ufficializzato tramite i canali social sia del Napoli che del presidente stesso. Lascia dunque dopo quasi due stagioni Gennaro Gattuso che era subentrato ad Ancelotti nel 2019, dopo un settimo ed un quinto posto e la vittoria della Coppa Italia 2019/20. Il tecnico calabrese ha guidato il Napoli per 81 partite, collezionando 46 vittorie, 13 pareggi e 22 sconfitte.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Ora De Laurentiis dovrà ricostruire il suo Napoli sia sul campo che sul piano tecnico. Sfumato clamorosamente Conceiçao, con Allegri che senza Champions difficilmente sceglierà Napoli (tra l'altro il Real Madrid resta comunque la sua prima scelta), i nomi più probabili sarebbero quello di Galtier, tecnico del Lille fresco campione di Francia, quello di Luciano Spalletti, e per ultimo non è escluso uno scambio di tecnici tra Napoli e Lazio, con Gattuso che può firmare con i biancocelesti, mentre Simone Inzaghi può finire a Castelvolturno. Sicuramente decisivi saranno i prossimi giorni, il destino del Napoli è tutt'altro che scontato, l'unica certezza è che non sarà Champions la prossima stagione e si dovrà ripartire, De Laurentiis non è per nulla contento, si prospettano altre sorprese in questa lunga estate.

Segui 90min su Instagram

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli