Napoli, pronti 4 cambi per Spalletti: riecco Politano e Mario Rui, scelto il sostituto di Kvaratskhelia

Procede a marcia spedita il campionato del Napoli. Gli azzurri hanno trovato nove vittorie consecutive, dieci nel complesso con soli due pareggi e zero sconfitte. A cui bisogna aggiungere ben 32 gol messi a segno. Sono numeri da grandi, da squadra che è prima in classifica con un vantaggio di 6 punti sul Milan che insegue al secondo posto e 8 su Lazio e Atalanta. Domani al Maradona alle 18:30 arriverà l'Empoli di Paolo Zanetti, reduce da un'importante vittoria casalinga in casa contro il Sassuolo. Proprio il club toscano lo scorso anno tese un doppio sgambetto al Napoli, riuscendo a vincere in entrambi gli scontri di campionato.

SPALLETTI SENZA KVARA - Dopo lo stop contro l'Atalanta a Bergamo, Kvaratskhelia non ci sarà neanche contro l'Empoli. Il georgiano è alle prese con una lombalgia acuta che oggi lo ha costretto a restare ancora ai box. Nuovo forfait, dunque, che si accoppia con l'assenza di Rrahmani, ormai fuori da quasi un mese e rientrerà direttamente nel 2023 dopo la sosta per i Mondiali. Stop anche per Sirigu che al termine dell'ultimo allenamento di oggi ha avvertito un affaticamento.

COSÌ CONTRO L'EMPOLI - Siamo praticamente alle ultime battute prima di fermarsi, di fronte al Napoli ci sono solo Empoli e Udinese, contro cui l'obiettivo sarà chiaramente di conquistare 6 punti su 6. Spalletti proverà ad affidarsi ai migliori. Tra i pali come al solito Meret. In difesa si prepara per il rientro Mario Rui sulla sinistra, mentre sulla fascia opposta capitan Di Lorenzo. Di fianco a Kim reclama spazio Ostigard, pronto a prendere il posto di Juan Jesus. In mezzo al campo difficilmente toccherà qualcosa il tecnico di Certaldo, con Lobotka davanti la difesa, Zielinski e Anguissa mezze ali. Ndombele scalpita e potrebbe essere anche la sorpresa dal primo minuto, magari al posto di Anguissa. Nel tridente Osimhen, capocannoniere della Serie A con 8 gol, è un punto fermo. Sulle fasce dal primo minuto sono in vantaggio Politano e Raspadori. Quest'ultimo non ha disputato neanche un minuto contro l'Atalanta. Quattro cambi complessivi, dunque, rispetto all'ultima gara. Il match winner di Bergamo, Elmas, dovrebbe partire dalla panchina, così come Lozano e Simeone. Ma tutti e tre rappresentano delle risorse importanti a gara in corso.

La probabile formazione (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Ostigard, Kim, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Raspadori.