Napoli-Spalletti ancora insieme: ecco il piano di De Laurentiis per il rinnovo

Una rivoluzione iniziata e completamente riuscita. È quello che ha fatto il Napoli nell'ultima finestra di mercato con gli addi di calciatori storici come Insigne, Mertens, Koulibaly e Ghoulam e l'innesto di giovani di prospettiva riducendo nettamente il costo degli ingaggi. Non ci si aspettava che i nuovi ingressi avessero un impatto del genere, eppure Spalletti sta riuscendo a far meglio anche della passata stagione, strappando successi, riconoscimenti e applausi in ogni parte d'Europa. Il tecnico di Certaldo è stato anche nominato allenatore del mese di ottobre proprio in virtù dei risultati ottenuti e della grande abilità di lanciare chiunque in campo facendolo risultare determinante.

IL RINNOVO - La passata stagione qualche problema è venuto fuori nella seconda parte di stagione, con la panchina di Spalletti che ha scricchiolato dopo aver ottenuto un solo punto tra le sfide contro Fiorentina, Roma ed Empoli (il Napoli era in piena corsa scudetto). Alla fine, però, nessun provvedimento drastico, le parti si sono ritrovate ed è stato costruito, insieme al ds Giuntoli, un Napoli spettacolare. Adesso c'è qualche aspetto da sistemare perché il contratto di Spalletti scadrà a giugno 2023, con opzione da parte di De Laurentiis di prolungarlo fino al 2024. Il presidente azzurro è pronto a sedersi al tavolo con l'allenatore per proseguire insieme. L'idea è quella di fissare un incontro per le prossime settimane, di ritorno dal ritiro in Turchia e farsi entrambi un regalo di Natale. Per continuare con Spalletti in un nuovo ciclo che ha già iniziato il suo percorso.