Napoli, Spalletti cambia il centrocampo per il Sassuolo. Torna Kvaratskhelia, fuori Simeone

Non c'è sosta per il Napoli. Dopo il successo per 3-0 contro i Rangers, che vale un altro passo verso il primo posto nel girone di Champions, il prossimo avversario sarà il Sassuolo. Domani la squadra di Luciano Spalletti scenderà in campo allo Stadio Maradona, fischio d'inizio ore 15. L'obiettivo è quello di conquistare il tredicesimo successo di fila stagionale, l'ottavo in campionato. Non prenderà parte al match l'infortunato Rrahmani, mentre potrebbe rientrare tra i convocati Sirigu.

PROBABILE FORMAZIONE - Contro i Rangers Spalletti ha ottenuto un grande risultato cambiando ben 6/11 nelle scelte iniziali. Qualche dubbio il tecnico di Certaldo se lo porta sempre dietro fino all'ultimo. Tra i pali, come sempre, ci sarà Meret. Nella difesa a 4 previsto il rientro di Juan Jesus in coppia con Kim al centro, sull'out di destra il solito Di Lorenzo, mentre sulla fascia opposta c'è il ballottaggio Olivera-Mario Rui che potrebbe essere vinto dall'uruguaiano. Si prepara nuovamente il centrocampo titolare, con il solito Lobotka, il rientro dal 1' di Zielinski (dalla panchina in Champions) e soprattutto quello di Anguissa che potrebbe inserito fin dall'inizio con Ndombele che partirebbe dalla panchina. Due su tre nel tridente offensivo sono già decisi: Kvaratskhelia e Osimhen hanno riposato per tutti i 90 minuti contro il Sassuolo, sono freschi e pronti per sfidare il Sassuolo. Ballottaggio sulla fascia destra tra Lozano e Politano, con il messicano che potrebbe spuntarla, ma ci sarà chiaramente la solita alternanza. Altre armi importanti a gara in corso saranno l'ex di turno, Raspadori, e il Cholito Simeone, reduce da una serata magica in Champions con la sua doppietta.

La probabile formazione (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Juan Jesus, Olivera; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Kvaratskhelia.