Napoli, terzino cercasi: addio Emerson, quattro nomi in lista. E c'è una soluzione interna

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·3 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Mancano solo undici giorni alla chiusura del calciomercato estivo. Il Napoli non ha ancora completato la rosa e presumibilmente aspetterà gli ultimi attimi per strappare le offerte migliori. Dopo l'arrivo di Juan Jesus ora la priorità è a centrocampo, vista la partenza di Bakayoko e l'infortunio di Demme. Si continua a monitorare anche un ruolo scoperto oramai da anni, quello del terzino sinistro. Mario Rui non garantisce la massima affidabilità e gli infortuni di Ghoulam non consentono di poter puntare appieno sull'algerino. Il Napoli è alla ricerca di un calciatore pronto per diventare protagonista sotto la guida Spalletti. Così il primo nome è sempre stato quello di Emerson Palmieri, che era ai margini al Chelsea, conosce molto bene l'allenatore ed è un profilo di spessore. De Laurentiis e Giuntoli però non hanno mai affondato il colpo e così il giocatore ha scelto una nuova destinazione, ieri sera è stato passato ufficialmente al Lione.

I NOMI - Restano in piedi quattro ipotesi. Reinildo Mandava, terzino sinistro classe '94, che gradisce la destinazione azzurra e il suo agente è stato a Castel Volturno già tre mesi fa. Ad oggi il Lille non è disposto a privarsene. Anzi, sta provando a rinnovare il suo contratto. C'è ancora l'idea Pervis Estupiñán, con il giocatore che aveva scelto Napoli come destinazione e il Villarreal aveva anche aperto al prestito con diritto di riscatto, operazione di cui è alla ricerca il club partenopeo. Da qualche giorno le cose sono cambiate, è passato troppo tempo e l'idea degli spagnoli è un'altra: trattenere Estupiñán. La terza ipotesi porta a Owen Wijndal, laterale mancino in forza all'AZ Alkmaar. Ha affrontato il Napoli l'anno scorso in Europa League mettendosi fortemente in mostra. Infine c'è anche una soluzione che non è mai andata via dal taccuino di Giuntoli, Mathias Olivera. Il terzino del Getafe ha una clausola da 20 milioni di euro. Appena un mese fa il presidente del club spagnolo, Angel Torres, dichiarava di non avere l'esigenza di vendere e se non fosse arrivata l'offerta della clausola il calciatore sarebbe rimasto. Difficile ipotizzare ad un cambio netto negli ultimi trentuno giorni dato che il Napoli continua a volersi muovere puntando sui prestiti.

SOLUZIONI INTERNE - Oggi trovare un terzino pronto ma disponibile solo in prestito è complicato. Il Napoli lo sa e studia delle soluzioni interne. Mario Rui è il titolare sulla fascia sinistra. Di ruolo c'è anche Ghoulam, che da qualche settimana ha iniziato a lavorare nuovamente con il pallone in seguito all'infortunio dello scorso 7 marzo contro il Bologna. Per lui il rientro in campo è previsto tra non meno di un mese. Oltre loro due Spalletti ha già testato due alternative. La prima è lo spostamento di Di Lorenzo a sinistra, che con l'Europeo è cresciuto tantissimo in quanto a personalità, senso tattico e fase difensiva: il giocatore ex Empoli può ricoprire tutti i ruoli del reparto arretrato. La seconda è il classe 2000 Alessandro Zanoli, schierato diverse volte dallo stesso allenatore a Castel di Sangro sulla fascia mancina. Un altro giocatore che può ricoprire tranquillamente questo ruolo è Juan Jesus, neoacquisto azzurro. Il Napoli continua a cercare il terzino sinistro. L'obiettivo è quello di riuscire a strappare l'accordo con un calciatore già pronto gli ultimi giorni di mercato, altrimenti si ricorrerà alle scelte interne.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli