Napoli, tutti i rifiuti per Koulibaly: dai 108 milioni dello United al PSG, ora De Laurentiis 'spera' nel Barcellona

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La delusione per lo scudetto mancato resta. Nonostante l'obiettivo Champions centrato il Napoli avrebbe sicuramente potuto fare qualcosa in più. Dopo un paio di anni sottotono si è ripreso la scena Kalidou Koulibaly. Il difensore senegalese ha messo in campo prestazioni da vero top player, da leader difensivo. Peccato per l'assenza di due mesi, tra l'infortunio dell'1 dicembre contro il Sassuolo e gli impegni in Coppa d'Africa, vinta proprio dal Senegal di cui ne è capitano. Ora, però, dopo otto stagioni in maglia azzurra il suo futuro è veramente molto incerto.

I "NO" DI DE LAURENTIIS - Ogni estate sembra essere sempre l'ultima. Koulibaly è da anni il giocatore più ambito in ottica mercato in casa Napoli. Un giocatore di spessore internazionale, per il quale De Laurentiis nel 2018 rifiutava un'offerta di 108 milioni pervenuta dal Manchester United. Ma non è l'unica, perché un altro affondo concreto c'è stato anche nel 2019, quando il PSG provava a portarlo alla corte dell'allora tecnico Tuchel. Tutto vano, il patron azzurro ha sempre fatto muro. Una scelta, guardandosi indietro, che De Laurentiis non rifarebbe. Lo stesso Koulibaly, in un'intervista a Onze Mondial, si è esposto sull'argomento: "C'è anche il prezzo rivendicato dal presidente. A volte era troppo alto per alcuni club e bloccava le trattative. Vedremo cosa accadrà a fine stagione".

IL RICHIAMO DI XAVI- Va detto che Koulibaly ama fortemente Napoli, la città, la gente. Lo ha confermato anche nella stessa intervista: "Amo tutto qui, il sole, il mare, le persone, l'entusiasmo per il calcio. Quando viene la mia famiglia viene accolta a braccia aperte, è grandioso. Amo vivere qui e i miei bambini, quando siamo in Francia, chiedono di tornare a Napoli". Ritornando a quel "Vedremo cosa accadrà a fine stagione", la permanenza di Koulibaly non è scontata. Tutt'altro. Il contratto del senegalese terminerà tra solo un anno e, per questo, De Laurentiis sarebbe disposto ad accettare anche un'offerta sui 35 milioni di euro. Guardando l'aspetto economico, il Napoli risparmierebbe 12 milioni lordi di ingaggio del calciatore. Il problema evidente è l'importanza del giocatore, trovare un sostituto all'altezza che rientri comunque nei parametri societari: giovane, pronto ed economico. La fine della stagione è alle porte e dietro l'angolo c'è il Barcellona. Xavi vuole un rinforzo di livello lì dietro e ha cercato proprio Koulibaly. I blaugrana, però, devono far cassa prima di poter affondare, come ha voluto rimarcare in qualche modo il presidente del Napoli in giornata, raggiunto dal collega spagnolo Gerard Romero nel corso di una diretta Twitch. Potrebbe essere arrivato il momento dei saluti e quell'eredità di Insigne, della fascia da capitano, potrebbe non essere raccolta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli