Napoli, un capolavoro tecnico ed economico: mercato in saldo positivo e ora la rosa vale 500 milioni

La parola chiave che ha accompagnato il Napoli per tutta l'estate è "ridimensionamento". Gli addii dei vari Koulibaly, Insigne, Mertens, Ospina, Fabián Ruiz hanno fatto molto rumore e tra i tifosi si respirava un'aria veramente pesante, come se si stesse facendo un passo indietro enorme perdendo quelli che erano degli uomini chiave in campo e all'interno dello spogliatoio. De Laurentiis e Giuntoli non sono rimasti a guardare e hanno lavorato intensamente per consegnare a Spalletti una rosa di assoluto livello. Il tecnico di Certaldo ci ha messo del suo, perché ha saputo trasformare le insicurezze in punti di forza, valorizzare al massimo tutti i giocatori a sua disposizione. Ed ecco che vengono fuori risultati enormi come quelli contro Liverpool e Ajax, i primati in classifica sia in Serie A che in Champions League e un gioco che è uno spettacolo per gli occhi di tifosi e addetti ai lavori.

SALDO POSITIVO - Il Napoli è la squadra che si è mossa in maniera più importante di tutte nell'ultima sessione di calciomercato. ​Solo considerando le cifre investite nell'ultima finestra di trasferimenti ed escludendo dunque le somme impegnate per gli eventuali riscatti, al Napoli i nuovi innesti sono costati poco meno di 70 milioni di euro. Tenendo presenti anche i 15 milioni utilizzati per acquisire a titolo definitivo Zambo-Anguissa, che faceva parte della rosa di Spalletti già nella passata stagione. Sono quasi 80 quelli incassati invece con le cessioni di Koulibaly, Fabián Ruiz, Ounas e Petagna. Il saldo dunque è pure positivo ed è come se De Laurentiis avesse tirato fuori dalle proprie tasche circa una decina di milioni, senza contare il taglio di circa il 30% del monte ingaggi e il significativo abbassamento dell'età media del gruppo.

VALORI ALLE STELLE - Movimenti ponderati, come quelli affrontati nelle stagioni precedenti e che andranno a costituire anche per le stagioni a venire la colonna vertebrale del Napoli e creare un valore per il futuro. Oggi questa rosa vale almeno 500 milioni, con tanti giocatori il cui prezzo è aumentato in maniera importante. Su tutti quello di Kvaratskhelia, pagato solo 10 milioni di euro e oggi è tra i giovani talenti più interessanti in Europa con il valore del suo cartellino che supera i 50 milioni di euro. Più o meno lo stesso vale per l'altro nuovo acquisto, Kim: arrivato per 20 milioni, oggi il Napoli non lo lascerebbe partire per meno di 40 milioni. Senza dimenticare i vari Zielinski e Anguissa, pagati solo circa 15 milioni di euro e oggi sono tra i centrocampisti più importanti in Serie A e tra i più ammirati d'Europa. Una crescita inevitabile, visti i risultati in campo di questo Napoli che, trascinato da ogni singolo calciatore, incanta sia in Italia che in Europa.