Napoli, vittoria e spettacolo a Firenze: 4-3 e Juve raggiunta

Sportal.it

Succede di tutto a Firenze, dove il Napoli batte per 4-3 la Fiorentina e raggiunge la Juventus a punteggio pieno al termine del primo sabato di campionato della serie A.

Partita scoppiettante sin dal primo tempo, aperto da un rigore assegnato dal Var per un controllo irregolare di Zielinski: Pulgar trasforma al 9' ed è suo il primo gol della Fiorentina di Rocco Commisso. I viola continuano a giocare meglio, sostenuti dal rumorosissimo pubblico del Franchi, ma su un errore di Milenkovic al 38' arriva il pareggio del Napoli, con Mertens che libera un gran tiro su cui però Dragowski pasticcia. Passano soli due minuti e lo stesso Mertens si procura un rigore, cadendo su un contatto con Castrovilli che però già era a terra: Massa conferma la sua decisione senza rivolgersi al Var e Insigne trasforma al 40'.

Se il primo tempo regala tre gol, nel secondo ne arrivano addirittura quattro: a partire dal 52', quando Milenkovic con un gran colpo di testa pareggia per la Fiorentina. Non basta, perché al 56' va in rete anche Callejon, dopo una splendida azione corale. Montella getta nella mischia Boateng, che lo premia con un altro gol: un gran destro che batte Meret al 65'. Ma il Napoli ormai ha trovato i suoi automatismi e l'ennesimo spettacolare fraseggio permette a Callejon di servire Insigne solo davanti alla porta al 67', per il gol del definitivo 4-3.

Nel finale, poi, arriva l'atteso esordio di Ribery: il francese ha 12 minuti di tempo per mostrare le sue doti. E anche lui provoca un episodio da moviola: a tempo scaduto Hysaj lo strattona a lungo, fino a farlo cadere in area. Stavolta il rigore non c'è, Montella (ammonito) e la Fiorentina si arrabbiano. Ma a vincere è il Napoli.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...