Nasce il nuovo Milan cinese: spazio al 4-2-3-1, tutto su Morata

Con gli elementi giusti Montella vorrebbe virare su un nuovo modulo: via Bacca, il preferito per l'attacco è Morata. In corsa anche Aubameyang.

Dal Milan attuale, che perde in casa con l'Empoli e vanifica quanto di buono fatto una settimana prima nel derby, al Milan del futuro la differenza non sarà così esigua. O almeno questo si augura l'ambiente rossonero, tornato finalmente a pensare in grande dopo la cessione del club ai nuovi proprietari cinesi.

La squadra di Vincenzo Montella, che potrebbe rimanere anche in caso di mancata qualificazione all'Europa League, è destinata a cambiare profondamente. Come uomini, ma anche come sistema di gioco: in soffitta il 4-3-3, a partire dal prossimo anno prende sempre più corpo l'idea di virare sul 4-2-3-1, come rivela l'edizione odierna del 'Corriere dello Sport'.

Nei discorsi tra Montella, l'amministratore delegato Marco Fassone e il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli si è parlato anche di questo: il 4-2-3-1 è già stato 'testato' un paio di volte in questa stagione (contro il Palermo e nel derby) e con gli innesti giusti potrebbe diventare il nuovo modulo rossonero, sulla scia di gran parte delle più forti formazioni europee.

Il punto di riferimento là davanti, in ogni caso, non sarà Carlos Bacca. Autore di una stagione a fasi alterne dopo un buon primo anno italiano, il centravanti colombiano sarà ceduto per far spazio a un altro elemento offensivo: tra i vari Aubameyang (un altro che piace parecchio), Lacazette e Lukaku, tutti ovviamente costosissimi, il preferito continua a essere Alvaro Morata, sul quale però è sempre forte l'interesse del Chelsea.

Certo, anche nel caso dell'ex bianconero il costo non è risibile: anzi, il Real Madrid per cederlo chiede non meno di una settantina di milioni. Mentre è di 100, come noto, la valutazione sparata da Urbano Cairo per Andrea Belotti, per il quale, secondo 'Repubblica', la nota fede rossonera potrebbe comunque rappresentare una variabile da non sottovalutare.

Da capire infine quale sarà la destinazione di Gerard Deulofeu: la matassa col Barcellona sarà sbrogliata nelle prossime settimane, anche se è noto come nel radar rossonero sia già entrato prepotentemente Balde Keita, gioiello della Lazio, considerato il perfetto sostituto dello spagnolo in caso di un suo ritorno alla base.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità