Nazionale, Evani: "Gruppo straordinario, uniti nelle difficoltà"

Adx
·2 minuto per la lettura

Roma, 15 nov. (askanews) - "È la nostra cultura, quando ci sono le difficoltà ci uniamo sempre di più. Questi ragazzi sono straordinari": sono le prime parole di elogio da parte di Alberico Evani all'Italia, che ha appena battuto la Polonia conquistando il ventunesimo risultato utile della gestione Mancini. E, a proposito del Ct, il tecnico ha aggiunto: "Mancini è soddisfatto, lo abbiamo sentito nell'intervallo, è molto contento e ci ha detto che avremmo meritato qualche gol in più". E sui giovani: "Stanno crescendo e giocano come veterani. La Bosnia? Pensiamo una partita alla volta, questa era da vincere, ora dobbiamo recuperare energie per chiudere in bellezza". Una vittoria che gli Azzurri dedicano agli italiani e al Ct, come annuncia Belotti: "Questa vittoria la dedichiamo a Mancini e a tutti gli italiani in questo momento difficile, il mister è sempre stato in contatto con tutti, sapevamo quanto era dispiaciuto per non esserci". Un momento difficile per tutti, anche per gli Azzurri decimati dalle assenze. "Ci siamo trovati con tante defezioni - spiega Belotti - i giorni passavano e i giocatori andavano via. Ma ci siano sempre detti che l'Italia nei momenti di difficoltà esce fuori. Abbiamo dimostrato di essere superiori su tutto il fronte del gioco. Questo gruppo è una famiglia, è come quando un padre abbraccia il proprio figlio. Quando ci si ritrova si crea un legame che è difficile descrivere. Basta guardarsi in faccia per capire che qui c'è un'aria pazzesca". "Abbiamo fatto una grande prestazione tutti quanti - aggiunge Insigne - anche Donnarumma che è stato impegnato poco. Una grande partita di squadra. Cerchiamo sempre l'occasione e l'imbucata giusta, il mister è stato bravo a mettere ciascuno di noi nella posizione giusta, ognuno sta interpretando bene questo modulo. Continuando così possiamo fare grandi cose. Ora dobbiamo recuperare le energie, con la Bosnia dobbiamo restare sul pezzo".